Rovato: secondo assessore “licenziato” dal sindaco in una settimana

Lo scorso 25 marzo era toccato a Giorgio Conti, titolare dello Sport. Poi è toccato alla titolare dei Servizi sociali Sonia Bosio

0
Il sindaco di Rovato Tiziano Belotti
Il sindaco di Rovato Tiziano Belotti

Non c’è pace a Rovato, Comune la cui maggioranza di governo – guidata dalla Lega – si sta dimostrando una delle più litigiose del Bresciano. Nell’ultima settimana, infatti, il sindaco ha licenziato altri due assessori.

Lo scorso 25 marzo era toccato a Giorgio Conti, titolare dello Sport. Poi – è notizia delle scorse ore, rilanciata per primo dal sito PrimaBrescia (ex Bresciasettegiorni) – è toccato alla titolare dei Servizi sociali Sonia Bosio.

In entrambi i casi la decisione è stata motivata con il venir meno del rapporto fiduciario con il primo cittadino Tiziano Belotti. Ma va aggiunto che Rovato è al quinto cambio di assessore in cinque anni.

Prima era toccato a Marianna Archetti e Tanja Tirelli, che avevano fatto una staffetta al Bilancio: vicende che hanno ancora strascichi legali e politici. Poi al vicesindaco Pier Luigi Toscani, che si era dimesso nell’ottobre 2018 prima della sentenza delle cosiddette spese pazze in Regione e che a inizio 2020 è stato promosso a presidente della società controllata dal Comune Linea Ambiente.

Ora l’ultimo licenziamento, che lascia immaginare un rimpasto di giunta in vista della ricandidatura di Belotti a sindaco. E la conferma è arrivata dalle nomine dei sostituti in giunta: l’ex sindaco ed ex leghista Roberta Martinelli (candidata contro Belotti) e Valentina Bergo, già impegnata in politica con una lista alternativa a quella del sindaco.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome