Le antenne di Tangeri guardano il mare | 🎨 MOSTRAMI UNA MOSTRA/98

Inizia e finisce col mare, dopo un tunnel scuro bombardato di suoni vocativi ed evocativi.  Intravediamo una luce in fondo, dopo l’immersione corale di voci, canti, preghiere, mix sonoro di Emiliano Milanesi...

0
Le antenne di Tangeri guardano il mare, mostra, foto BsNews.it (Enrica Recalcati)
Enrica Recalcati, opinionista di BsNews.it
La scrittrice , opinionista di BsNews.it

di Enrica Recalcati – Inizia e finisce col mare, dopo un tunnel scuro bombardato di suoni vocativi ed evocativi.  Intravediamo una luce in fondo, dopo l’immersione corale di voci, canti, preghiere, mix sonoro di Emiliano Milanesi. Siamo presi per mano dal rumore del mare e infine, con lo stupore negli occhi, ci abbaglia il dipanarsi della mostra frutto del lavoro artistico di Monica Carrera. Tredici pannelli fotografici sapientemente intagliati e assemblati in collage capaci di regalare emozioni. Le fotografie esposte a bunkervik, frutto di una vacanza senza intenzione altra, diventano, una volta visionate, una riflessione collettiva. L’artista ha sentito che quelle immagini scattate liberamente potevano trasmettere un messaggio significativo e universale.  Muri e mari, volte e orizzonti, tetti dalle mille antenne, terrazze, lastrici, cortili, pezzi di case povere, parti di case ben tenute, in un insieme bizzarro documentano una medina viva e popolosa. Paesaggi intagliati e arricchiti da inserti, resezioni fotografiche di corpi in piedi o seduti, persone di spalle intente a scrutare il mare. Così quella gente e quei tetti brulicanti di antenne, tutti rivolti al mare e al suo infinito orizzonte, ci aprono il vaso di Pandora di riflessioni forti e profonde.  In questa traversata sottomarina si percepisce il desiderio di evasione, di conoscenza e di espansione insito nella natura umana. Ogni sguardo parrebbe appoggiarsi al confine, luogo dove si raggiunge, insieme una fine. Un posto condiviso, di differenze e appartenenze, ma anche un punto di passaggio e di scambio. Un territorio di saluto e di incontro che, in nome di una pacifica fratellanza, sia atto a distruggere muri e preconcetti. Una cresta verdeblu ricamata di rosso, l’ultima foto che ritrae il mare schiumoso e potente col suo immaginario confine. Così Monica Carrera chiude un percorso rigoroso dallo sguardo sensibile e pulito, costellato di innocente bellezza.

LA SCHEDA

Le antenne di Tangeri guardano il mare

Bunkervik

Via Odorici 6/B  Brescia

di Monica Carrera

a cura di Mimmo Cortese

intervento sonoro di Emiliano Milanesi

dal 16 al 31 ottobre 2020

visitabile dal giovedì alla domenica

dalle 16,30 alle 19

su appuntamento 333 3667269

ingresso libero

LEGGI LE PUNTATE PRECEDENTI

Tutte le puntate della rubrica MOSTRAMI UNA MOSTRA di Enrica Recalcati

GUARDA LA FOTOGALLERY

25,00€
disponibile
1 nuovo da 25,00€
Amazon.it
Spedizione gratuita
9,48€
11,99
non disponibile
20 nuovo da 8,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
19,99€
non disponibile
1 nuovo da 19,99€
Amazon.it
Spedizione gratuita
215,04€
disponibile
2 nuovo da 199,69€
Amazon.it
Spedizione gratuita
Ultimo aggiornamento il 25 Novembre 2020 21:30

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome