Scrub viso, l’ unico gesto che pulisce a fondo la pelle

Un viso luminoso e senza imperfezioni è il sogno di ogni donna, e nonostante il passare del tempo, non è detto che ciò non possa avverarsi, grazie ad alcuni piccoli accorgimenti quotidiani da inserire nella beauty routine che ci aiuteranno a mantenerlo in forma

0
Il viso di una modella, foto da Pixabay

Un viso luminoso e senza imperfezioni è il sogno di ogni donna, e nonostante il passare del tempo, non è detto che ciò non possa avverarsi, grazie ad alcuni piccoli accorgimenti quotidiani da inserire nella beauty routine che ci aiuteranno a mantenerlo in forma.

Gesto di partenza per avere una pelle dall’ aspetto sano e idratato è la sua pulizia: sia quella quotidiana, che quella “profonda” da effettuare una, due volte a settimana con uno scrub specifico.

  • Pulizia del viso

Via libera ad acqua micellare, latte detergente e tonico da utilizzare la mattina per preparare il viso a ricevere la quotidiana idratazione e la sera per liberarlo da trucco, smog, sporcizia e renderlo ricettivo alla nutrizione notturna.

E’ vero che latte detergente e tonico puliscono il nostro viso, ma lo fanno solo a livello superficiale, non riescono perciò a togliere le cellule morte che si accumulano più in profondità e possono essere eliminate solo con un’accurata esfoliazione con appositi scrub, come quelli naturali proposti da L’Oreàl (vedi www.loreal-paris.it/scrub), che, nei suo laboratori per la prima volta ha selezionato 3 zuccheri fini (grezzo, di canna e bianco), combinandoli con: Burro di Cacao per le pelli più secche che hanno bisogno di nutrimento, con semi di kiwi purificanti, per le pelli grasse e con olio di semi d’uva per illuminare e per rivelare istantaneamente una pelle rinnovata.

Pulire a fondo la pelle perché sia più ricettiva verso sieri, creme e maschere è il primo inalterabile passo da compiere, senza dimenticare che: Grassa, secca, mista o sensibile, per essere detersa in profondità avrà bisogno di uno scrub viso, utile per tutti i tipi di pelle. I micro-granuli presenti riescono infatti a portare “raschiare” via lo sporco più ostinato grazie alla loro azione di “sfregamento”, che deve sempre rimanere un gesto delicato e mai troppo aggressivo.

  • Come e quando usare lo scrub viso

Se il tonico e il detergente vanno usati quotidianamente, lo scrub va utilizzato una, al massimo due volte a settimana e va eseguito assolutamente su un viso già pulito con latte detergente, dove le impurità più superficiali sono già state tolte e si può procedere con la pulizia profonda data dallo scrub. Per eliminare i residui dell’esfoliazione e pulire ancor più profondamente il viso è bene terminare con il tonico e subito dopo applicare le abituali creme.

Dopo lo scrub viso, la pelle risulta più luminosa, elastica e liscia. Ciò è dovuto all’azione meccanica esercitata dai micro-granuli, capace di rimuovere sporco e impurità (la cui presenza è causa anche di brufoli e punti neri), mentre la sostanza oleosa o gelatinosa in cui sono dispersi i micro-granuli aiuta a rendere il massaggio più confortevole, a lenire la pelle e a svolgere un’azione protettiva e idratante.

  • I passaggi dello scrub
  • la pelle dovrà essere inumidita , in modo da permettere lo scivolamento del gommage sull’epidermide.
  • Cominciare l’ applicazione sul mento, procedete verso le guance, per poi raggiungere naso e fronte.
  • Per esfoliare bene il viso, è importante applicare lo scrub con dei movimenti circolari, insistendo maggiormente sulle zone critiche (come il dorso del naso e il mento, ad esempio).
  • Lo scrub non va utilizzato sulle aree più delicate del viso, come contorno occhi e labbra, a meno che non sia studiato anche per quella zona.
  • Effetti dello scrub
  1. Aiuta a pulire a fondo e preparare la pelle a ricevere la sua dose quotidiana d’idratazione,
  • Riattiva la microcircolazione
  • Elimina la parte più superficiale dell’epidermide (dove si raccolgono sporco e cellule morte)
  • Aiuta a far penetrare ancor meglio i trattamenti successivi (creme, sieri e maschere)

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome