Fotografo per matrimoni: alcuni consigli per scegliere quello “giusto”

Meglio scegliere un professionista per non rischiare di avere foto sbagliate o di perdere uno dei momenti decisivi della giornata: dallo scambio degli anelli al lancio del bouquet

0
Matrimonio, immagine concessa dal fotografo Carlo Buttinoni

Il è per molte coppie uno dei momenti più importanti della vita. Un’occasione in cui condividere con amici e parenti la festa per una promessa di vita insieme. Gli aspetti da tenere in considerazione nell’organizzazione delle nozze sono numerosi. E uno di quelli da non trascurare è ovviamente la scelta del fotografo. Come in tanti altri ambiti, infatti, il fai-da-te o l’affidarsi al “cugino” fotoamatore sono soluzioni ad alto rischio. Meglio scegliere un professionista per non rischiare di avere foto sbagliate o di perdere uno dei momenti decisivi della giornata: dallo scambio degli anelli al lancio del bouquet. Di seguito pubblichiamo un approfondimento sull’argomento.

Matrimonio, immagine concessa dal fotografo Carlo Buttinoni

FOTOGRAFI PER IL MATRIMONIO: PERCHE’ SCEGLIERE UN PROFESSIONISTA

Tutti fanno fotografie con i cellulari, ma non tutti sono in grado di scegliere l’esposizione giusta per una foto in chiesa, quando la luce in molti casi non è ottimale. E non solo: sono davvero tanti gli elementi da tenere in considerazione e che devono portare gli sposi a fare una scelta “seria”.

Scegliere un fotografo professionista, infatti, significa avere la garanzia che ogni momento della cerimonia sarà immortalato da una persona preparata, capace di gestire tutte le situazioni: quelle prevedibili e gli immancabili imprevisti del caso. Solo un fotografo che lo fa per lavoro, infatti, è in grado di fermare in un’immagine perfetta i pochi istanti in cui gli sposi si scambiano le fedi nuziali. Solo un fotografo professionista si prepara prima studiando i luoghi e – grazie alla sua comprovata esperienza – può suggerire agli sposi quali saranno le foto migliori. Solo un fotografo esperto di matrimoni dispone delle attrezzature adeguate – a partire da macchine fotografiche e ottiche dalle elevate qualità tecnologiche, ma non solo – per ottenere ottime foto anche in circostanze “avverse”. E’ banale: ma se la macchina fotografica si rompe? Se finisce la batteria della Reflex? Il famoso “cugino” (il “cuggino”, quello cantato da Elio e le Storie tese in una celebre canzone) nel 99% dei casi non potrà fare altro che chiedere scusa, rovinando la festa.

Matrimonio, immagine concessa dal fotografo Carlo Buttinoni

MATRIMONIO: POSATO VS REPORTAGE

Un altro elemento importante da tenere in considerazione nella scelta del fotografo giusto per le nozze ovviamente il suo stile. Il fotografo che lo fa per lavoro è un professionista, certo, ma anche un artista che ha le sue sensibilità e il suo stile. Come riconoscerlo? La cosa più semplice è guardare le foto che ha già fatto. Ma bisogna fare attenzione. Perché molto spesso le immagini presenti nei negozi di fotografia sono state scattate da altri: collaboratori che hanno una mano e una sensibilità differente, come ovvio. Anche per questo è importante assicurarsi che il fotografo che presenzierà sia proprio “lui” quello con lo stile che preferiamo.

A proposito di stile, poi, va tenuto in considerazione un altro elemento importante. In passato andavano molto di moda i posati, con il fotografo che “rapiva” gli sposi per diverse decine di minuti per fare scatti nella location o addirittura in un altro luogo lontano da quello del pasto. Ma in questo modo le foto rischiano di risultare troppo artefatte: finte e posate. Oggi, invece, la “moda” è quella del reportage, che sceglie di raccontare ciò che davvero accade e premia la spontaneità. Concretamente il fotografo che utilizzano questo approccio prediligono immortalare gli istanti nel loro svolgere – volti sorridenti, lacrime, balli, situazioni buffe o commoventi – al fine di fare un racconto più fedele della festa. E uno degli esponenti di questo mondo – che potrebbe esservi capitato di trovare cercando Fotografo Matrimonio Bergamo, ma operativo anche su Brescia e Milano – è certamente Carlo Buttinoni che ci ha gentilmente concesso le immagini che pubblichiamo nell’articolo.

Matrimonio, immagine concessa dal fotografo Carlo Buttinoni

PER CONCLUDERE…

Ovviamente non esistono lo scatto e lo stile “giusti” a prescindere. Il gusto è sempre personale. Ma alcuni elementi, come abbiamo detto, sono oggettivi. Un bravo fotografo per matrimoni deve saper cogliere l’attimo e crearlo. Deve sapere raccontare per immagini il giorno delle nozze e tutti i suoi presenti. Come lo fa, poi, è questione di scelte. Le sue, e ovviamente quelle degli sposi.

Matrimonio, immagine concessa dal fotografo Carlo Buttinoni
close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome