Provincia, Apostoli: questo piano cave è una follia, confrontiamoci o sarà battaglia

Apostolisottolinea di aver letto con attenzione e interesse il documento approvato a dicembre dalla direzione Pd, che definiva eccessivi i volumi del vecchio piano cave, poi aumentati

0
Marco Apostoli, foto da Facebook

(a.t.) “Questo piano , per come è definito oggi, è una ‘follia'”. Non usa mezzi termini il consigliere di Bene Comune (sinistra) per commentare la proposta avanzata dall’ente guidato da Samuele Alghisi e Guido Galperti. Un documento che – come noto – ha sollevato forti perplessità anche all’interno del Pd. E la sinistra promette battaglia, pur dicendosi pronta al confronto.

“Il primo piano presentato”, spiega Apostoli a BsNews.it, “prevedeva 44 milioni di metri cubi di escavazione. Il nuovo, basandosi su un calcolo a mio avviso insensato, li fa crescere a 51. Il criterio adottato dal Broletto per definire i volumi prende in considerazione l’anno con maggiori volumi nel decennio 2008-2018 e definisce i valori finali con un moltiplicatore definito dalla Regione. Ma si tratta di una scelta irreale: basti pensare che nel 2008, tra residenziale e non, si sono scavati 7,4 milioni di metri cubi, mentre negli anni successivi si va dai 2 ai 4 milioni. Mantova ha concordato con il Pirellone criteri diversi: lo stesso potremmo fare anche noi”.

“A questo – incalza Apostoli – si aggiunge il fatto che del piano precedente, su circa 70 milioni complessivi, ne sono stati scavati la metà. La cosa più sensata sarebbe dire: consumiamo quelli, poi eventualmente faremo revisioni in aumento sulla base delle nuove necessità. Il mio timore – aggiunge – è che il nuovo piano rischi di determinare di fatto una sorta di regime di monopolio da parte di alcuni operatori del settore che, a fronte di volumi importanti, potrebbero chiedere continue proroghe”.

Apostoli, quindi, sottolinea di aver letto con attenzione e interesse il documento approvato a dicembre dalla direzione Pd, che definiva eccessivi i volumi del vecchio piano cave, poi aumentati. E commenta: “Non dicono cose molto diverse dalle nostre: loro parlano di 34 milioni di volume, noi siamo più rigidi e scendiamo a 27. Ma la sostanza è condivisibile. Di certo – precisa – noi faremo la battaglia contro questo piano fino in fondo, con osservazioni, mozioni e un eventuale voto contrario. Anche se poi andrebbe capita la posizione del centrodestra, che altre volte ha fatto da sponda”.

“Se il Pd è coerente con le decisioni del partito il piano non può passare così”, afferma Apostoli. Ma non è facile capire come si comporterà al dunque il Partito Democratico, sempre più spaccato tra il fronte capeggiato da (che ha promosso il piano) e quello dei critici “capeggiati” dall’assessore al Bilancio in Loggia , che non ha mancato di minacciare ricorsi. E l’esito del voto sul piano cave – che è atteso per aprile – potrebbe anche avere conseguenze pesanti sul futuro della traballante maggioranza che guida il Broletto.

Oggi, infatti, la maggioranza della Provincia si regge numericamente solo su una sorta di desistenza con la lista di Apostoli. Ma a maggio (a settembre in caso di proroghe) si andrà a rinnovo. E il centrodestra potrebbe conquistare posizioni. In questo quadro decisiva diventa dunque l’alleanza fra Provincia Bene Comune e Comunità e territorio. Se la prima dovesse presentare nuovamente una sua lista, infatti, per il complicato sistema di distribuzione dei seggi ne verrebbe favorita la lista vincitrice (il centrodestra, secondo l’ipotesi prevalente) che otterrebbe tutti i resti del calcolo. Insomma: la creazione di una lista unica di sinistra-centro potrebbe essere determinante per evitare la sconfitta e “l’anatra zoppa” (Alghisi che resterebbe presidente, ma con maggioranza opposta).

Sul punto Apostoli non si sbilancia troppo e non fa “ricatti”. “Non pongo veti”, commenta, “da qui ad aprile – la tempistica posta da Galperti – ci sono due mesi: sediamoci e parliamone insieme. Siamo pronti ad aprire un tavolo di confronto e non chiudiamo le porte a ipotesi di percorso comune se alcuni dei temi che poniamo fossero alcolti. Al centrosinistra”, conclude Apostoli, “chiediamo di aprire questo tavolo per trovare una quadra. Aspetto contatti: il mio telefono è sempre acceso, anche di notte”.

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS
🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

STM Mascherine FFP2 certificate CE sigillate singolarmente (25 pezzi)
25,95€
34,95€
disponibile
3 new from 25,95€
1 used from 25,43€
MASCHERINA MASCHERA FFP3 - DOC - CERTIFICATA CE - 20PZ
72,00€
disponibile
3 new from 69,90€
1 used from 66,96€
Ultimo aggiornamento il 23 Febbraio 2021 12:09

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome