🔴 La sbarra del passaggio a livello gli cade in testa mentre pedala: 82enne chiede i danni

La cifra chiesta come risarcimento non è nota. E chiarire l'esatta dinamica saranno le autorità competenti. Ma di certo se l'è vista davvero brutta un 82enne che in sella alla sua bici stava passeggiando lungo una strada di campagna del territorio di Rodengo Saiano

0
La sbarra gli cade sulla testa mentre attraversa il passaggio a livello, foto da ufficio stampa Studio legale 3A

La cifra chiesta come risarcimento non è nota. E a chiarire l’esatta dinamica saranno le autorità competenti. Ma di certo se l’è vista davvero brutta un 82enne che in sella alla sua stava passeggiando lungo una strada di campagna del territorio di Rodengo Saiano. Mentre superava un passaggio a livello, infatti, è stato colpito alla testa dalla sbarra ed è finito in ospedale con gravi ferite. E’ vivo per miracolo e ancora oggi ne porta i segni.

L’anziano, il 26 dicembre verso le 13, era uscito da casa con la sua bicicletta, e approfittando della bella giornata, stava pedalando in via Castegnato apprestandosi ad attraversare il passaggio a livello sulla linea Brescia-Iseo-Edolo. “Le luci rosse – riporta una nota dello studio legale che lo assiste – non erano accese né erano in funzione dispositivi sonori: del resto, orari alla mano, in quel tratto tra le 13 e le 13.20 non sarebbe previsto il passaggio di convogli. Il ciclista dunque ha proseguito la sua marcia per superare i binari, ma prima di arrivarci la sbarra è crollata di colpo piovendogli giusto addosso, colpendolo sulla spalla destra, al casco – una fortuna che lo portasse – e alla base posteriore del collo e facendolo cadere malamente sull’asfalto, dove ha sbattuto la faccia e la parte destra del capo”.

Il colpo è stato così violento da fargli perdere conoscenza. E’ rimasto esanime a terra, in una pozza di sangue, fortunatamente al di fuori della linea ferrata, per parecchi minuti, finché il macchinista di un treno passato successivamente lo ha notato e ha dato l’allarme. Sono accorsi in ambulanza i sanitari che, dopo averlo stabilizzato, alle 14.08 lo hanno condotto al dell’istituto Clinico San Rocco di Ome, dove, dopo la Tac, gli hanno diagnosticato “contusione cranio facciale con ferite multiple da scoppio e lieve emorragia subaracnoidea temporale destra”, trasferendolo subito nel reparto di Neurologia dell’Istituto Clinico “Città di Brescia”. Qui l’anziano è stato attentamente monitorato e curato per una settimana per il trauma cranico e la soffusione emorragica, ma anche per le svariate altre lesioni subite: trauma contusivo con edema della regione orbitale destra, vasta ferita nella regione zigomatico-temporale e in quella parietale destra, ferita lacero contusa all’emifronte di destra.L’anziano è stato dimesso il 2 gennaio con diagnosi: “emorragia post-traumatica e sospetto di Componente Monoclonale in regione gamma” ed è tuttora in cura perché ha cominciato a soffrire di continui capogiri, legati evidentemente alle violente botte al capo.

L’82enne, una volta uscito dall’ospedale, ha sporto denuncia per lesioni colpose e avviato le procedure per il risarcimento affidandosi allo Studio3A-Valore Spa, società specializzata. Sarà l’autorità giudiziaria ad accertare i fatti e le eventuali responsabilità.

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS
🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

Ultimo aggiornamento il 2 Maggio 2021 13:13

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome