Vaccini, il richiamo di Pfizer e Moderna slitta a 42 giorni

Il prolungamento del periodo tra la prima e la seconda somministrazione consentirebbe così di conservare un più alto numero di dosi da destinare alla prima inoculazione del vaccino

0
vaccini, foto pixabay
Vaccini Coronavirus, foto generica da Pixabay

La seconda somministrazione dei vaccini Pfizer e Moderna slitta a 42 giorni invece che, rispettivamente, a 21 e 28 giorni. A comunicarlo sarebbe una circolare del Ministero della Salute che accoglie il parere del Comitato tecnico scientifico.

In un verbale del Cts datato 30 aprile si legge infatti che «pur a fronte di studi registrativi che indicano come l’intervallo tra la prima e la seconda dose dei vaccini a RNA (PfizerBioNtech e Moderna) sia di 21 e 28 giorni rispettivamente, è raccomandabile un
prolungamento nella somministrazione della seconda dose nella sesta settimana dalla
prima dose.»

Ciò – si chiarisce nel verbale allegato alla circolare del Ministero – in considerazione di alcune osservazioni:
• la somministrazione della seconda dose entro i 42 giorni dalla prima non inficia
l’efficacia della risposta immunitaria;
• la prima somministrazione di entrambi i vaccini a RNA conferisce già efficace
protezione rispetto allo sviluppo di patologia COVID-19 grave in un’elevata
percentuale di casi (maggiore dell’80%);
• in uno scenario in cui vi è ancora necessità nel Paese di coprire un elevato numero di
soggetti a rischio di sviluppare forme gravi o addirittura fatali di COVID-19, si
configurano condizioni in cui è opportuno dare priorità a strategie di sanità pubblica
che consentano di coprire dal rischio il maggior numero possibile di soggetti nel minor
tempo possibile.

Il prolungamento del periodo tra la prima e la seconda somministrazione consentirebbe così di conservare un più alto numero di dosi da destinare alla prima inoculazione del vaccino, che come sostiene il CTS conferisce già una buona efficacia. Per i soggetti che hanno già ricevuto la prima dose e che quindi possiedono la prenotazione per il richiamo non vi saranno modifiche.

Inoltre, secondo il parere del Comitato tecnico scientifico, i soggetti che
hanno ricevuto la prima dose del vaccino anti-Covid-19 AstraZeneca senza sviluppare effetti collaterali, non presentano controindicazione per una seconda somministrazione del
medesimo tipo di vaccino.

CLICCA QUI E RICEVI DIRETTAMENTE SUL CELLULARE LE NEWS PIU’ IMPORTANTI DI BRESCIA E PROVINCIA E LE INFORMAZIONI DI SERVIZIO (INCIDENTI, ALLERTE SANITARIE, TRAFFICO E ALTRE INFORMAZIONI UTILI) ISCRIVENDOTI AL NOSTRO CANALE TELEGRAM

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS
🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

40,00€
72,00€
disponibile
2 new from 40,00€
Ultimo aggiornamento il 3 Giugno 2021 23:31

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome