🔴 Provincia di Brescia, elezioni con il brivido: il centrosinistra unito cerca di “salvare” Alghisi | ⚠️ LE REGOLE E GLI SCENARI

Si fa sempre più intenso il lavoro delle segreterie dei partiti in vista delle elezioni provinciali del 18 dicembre, appuntamento in cui si dovranno eleggere i nuovi rappresentanti dell'ente (16 persone).

0
Sede della Provincia di Brescia e della prefettura.
Sede della Provincia di Brescia e della prefettura.

Si fa sempre più intenso il lavoro delle segreterie dei partiti in vista delle elezioni provinciali del 18 dicembre, appuntamento in cui si dovranno eleggere i nuovi rappresentanti dell’ente (16 persone).

ELEZIONI PROVINCIALI: NON VOTANO I CITTADINI, MA GLI ELETTI

Le votazioni – va precisato – sono di secondo livello: ad esprimersi non saranno tutti i cittadini maggiorenni, ma soltanto gli amministratori locali già eletti (circa 2.500 gli aventi diritto), il cui voto oltretutto sarà ponderato: avrà cioè un valore differente a seconda della dimensione demografica del Comune che rappresentano. Concretamente il voto di un consigliere comunale di Brescia vale una quarantina di volte in più di quello di un collega eletto in un paese con meno di 3mila abitanti. Per presentare le liste ci sono ancora due settimane. Il consiglio rimarrà in carica due anni.

ELEZIONI PROVINCIALI: LO SCENARIO POLITICO E I CALCOLI

L’appuntamento elettorale sarà molto importante per entrambi i fronti. In caso di successo del centrodestra, infatti, il presidente attuale – Samuele Alghisi (il cui mandato scadrà, dopo quattro anni, a fine ottobre del 2022) – potrebbe trovarsi in minoranza (dando vita alla cosiddetta “anatra zoppa”) oppure essere addirittura sfiduciato e sostituito.

Il centrosinistra, per evitare questo rischio, si presenterà con una sola lista, che racchiuderà tutti: da Italia Viva ai civici della Loggia, dal Pd fino a Provincia Bene Comune (la lista ambientalista e di sinistra che la volta scorsa si era presentata da sola eleggendo Marco Apostoli). Un accordo raggiunto più per contrarietà che per “amore”, cioè per scongiurare il rischio di un’affermazione del centrodestra (che gli esperti danno potenzialmente in vantaggio). Ma su Alghisi e sostenitori pesa l’incognita della partecipazione al voto, visto che non mancano (all’interno del Pd e dell’anima più a sinistra) le contestazioni per come la maggioranza attuale – il presidente in carica e il suo vice Guido Galperti in primis – ha gestito alcune partite, a partire da quella del Piano cave. Senza dimenticare il fatto che, anche in recenti riunioni di vertice, sono state sollevate da alcuni perplessità sulla compatibità tra il ruolo di consigliere provinciale e incarichi in società partecipate dallo stesso ente. Un piccolo aiuto al centrosinistra in questa difficile partita (anche interna), comunque, potrebbe essere arrivato dall’esito delle amministrative del 3-4 ottobre scorso, in cui sono stati eletti 333 nuovi amministratori locali  (26 sindaci e 307 consiglieri: il 14% della platea dei potenziali elettori), con lo spostamentamento di alcuni Comuni di media dimensione verso sinistra (Cazzago e Rodengo, in primis).

Sul fronte opposto, il centrodestra non ha ancora ufficializzato la linea, ma quasi certamente correrà in maniera unitaria. E se non dovesse riuscire a fare il ribaltone, cercherà comunque di pesare di più, costringendo Alghisi almeno a indicare un suo esponente come vice (già era accaduto durante la presidenza del piddino Pier Luigi Mottinelli, il cui vice era il forzista Alessandro Mattinzoli).

ELEZIONI PROVINCIALI: IL PRECEDENTE

Nel 2019 la lista di centrodestra aveva ottenuto la maggioranza dei voti ponderati, eleggendo 8 consiglieri su 16, mentre Comunità e territorio, la lista di riferimen-
to di Alghisi, si era fermata a sette. Ma poi aveva governato anche grazie alla “desistenza” del consigliere Apostoli.

CORONAVIRUS, il presidente della Provincia Samuele Alghisi, foto Provincia


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS
🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

8,00€
9,99€
disponibile
12 new from 8,00€
11 used from 7,44€
as of 6 Novembre 2021 08:56
5,35€
disponibile
as of 6 Novembre 2021 08:56
0,98€
disponibile
as of 6 Novembre 2021 08:56
8,60€
8,84€
disponibile
4 new from 8,60€
as of 6 Novembre 2021 08:56
2,24€
3,42€
disponibile
4 new from 2,24€
as of 6 Novembre 2021 08:56
4,99€
disponibile
3 new from 3,21€
as of 6 Novembre 2021 08:56
Ultimo aggiornamento il 6 Novembre 2021 08:56

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome