⭐️⭐️⭐️⭐️⭐️ Le 5 cose da vedere nel Comune di Bagnolo Mella | I CONSIGLI DI BSNEWS

Alla scoperta di alcune bellezze del paese, collocato nella Bassa, non distante dalla città

0
Bagnolo Mella, la piazza principale, Di Julian Hallon - Opera propria, CC BY-SA 4.0, https://commons.wikimedia.org/w/index.php?curid=113037897

(f.p.) Situato a sud di Brescia, il comune di Bagnolo Mella ha ricevuto il 12 gennaio 2011 dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano il titolo di città, acquisito per la sua importanza storica e culturale. Nato su quella che era una strada romana di collegamento tra il fiume Po e Brixia, nei secoli Bagnolo Mella ha visto modificarsi la propria conformazione a seconda delle diverse dominazioni e insediamenti. Dopo esser stata corte feudale dei Vescovi di Brescia, la borgata passò sotto il dominio veneto durante il quale vennero eretti numerosi edifici ancora oggi presenti. Nei secoli successivi il centro abitato partecipò al destino del capoluogo di provincia, sino ad ospitare nel 1848 barricate per impedire il passaggio delle truppe austriache. Oggi il paese ospita circa 12.700 abitanti.

Di seguito pubblichiamo cinque cose da vedere nel Comune di Bagnolo Mella: l’elenco, lo precisiamo, non è esaustivo.

CINQUE COSE DA VEDERE NEL COMUNE DI BAGNOLO MELLA

1 – Santuario della Madonna della Stella

Il Santuario fu edificato nel XVII secolo sull’antica struttura della Disciplina che era stata eretta nel 1491 nel punto in cui la Madonna sarebbe apparsa ad una contadinella di nome Caterina dell’Olmo. All’interno dell’edificio è custodita una statua in legno della Vergine, opera dell’intagliatore clarense Antonio Zamara, autore anche di un complesso ligneo intitolato «La deposizione» e ospitato nello stesso Santuario.

Santuario della Madonna della Stella a Bagnolo, foto da Fai

2 – Palazzo Avogadro Spada

La realizzazione dell’edificio si deve al condottiero Camillo Avogadro, che ne ordinò la costruzione nel 1560, durante la dominazione della Repubblica di Venezia. L’opera fu edificata nel luogo in cui precedentemente sede la fortificazione del Castelvecchio. La nuova struttura è monoblocco a forma quadrata, circondata da un fossato e dotata di ponte levatoio. Tra le sale interne vi si trovano affreschi di Lattanzio Gambara e di Grazio Cossali.

Palazzo Avogadro Spada a Bagnolo, foto d’archivio

3 – Castello del Canello

Il Castello del Canello risale alla metà del Cinquecento ed è collocato ad alcuni chilometri fuori dal centro abitato di Bagnolo Mella, sulla strada che dal Villaggio Italghisa conduce a Porzano. Il complesso, che sorge dove prima vi era una corte longobarda, è circondato da un portico e ha torri agli angoli. Anche in questo edificio vi sono affreschi di Lattanzio Gambara, ma altri sono opera di Sebastiano Aragonese.

Bagnolo Mella, Castello del Canello, dal libro “Incanti di terre della Bassa Bresciana tra i fiumi Oglio, Mella e Chiese”, foto su gentile concessione dell’editore, Mauro Rota

4 – Palazzo Brunelli Bertazzoli

L’edificio, realizzato in gran parte nel Seicento, fu residenza della famiglia Brunelli, mercanti di seta, di lana e di lino che si stabilirono a Bagnolo Mella già dal Cinquecento. Il palazzo si presenta in mattoni a vista, con archi e un portale bugnato. Al pianterreno, sul lato sud della struttura, sono collocate le scuderie, mentre al primo piano si trova un grande salone che all’inizio del Novecento era utilizzato come filanda, per la lavorazione della seta.

Palazzo Brunelli Bertazzoli, foto da Gruppo Artisti Bagnolo Mella

5 – Basilica della Visitazione di Maria Vergine

L’edificio religioso, dedicato alla Visitazione della Beata Vergine Maria, è la chiesa parrocchiale di Bagnolo Mella e fu elevata a basilica minore il 4 gennaio 1999 da Papa Giovanni Paolo II. Costruita nel periodo fra il 1615 e il 1632, la chiesa custodisce al proprio interno altari lignei e in marmo e dipinti della «Madonna e Santi» di Bernardino Gandino, «San Michele Arcangelo» di Pietro Ricchi detto il lucchese, e altre opere di Sante Cattaneo. Inoltre, nell’edificio sono conservati affreschi di Francesco Monti e, nella volta della sacrestia, l’«Assunta» di Giuseppe Tortelli.

Chiesa della Visitazione della Vergine, foto da Parrocchia

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome