🟢 Il sindaco di Ome nel giorno contro l’omofobia: io apertamente (e orgogliosamente) gay

Vanoglio lo aveva ribadito anche domenica, durante la festa del Rainobow party in cui è stata inaugurata la panchina arcobaleno al Borgo del maglio

0
Con la fascia il sindaco di Ome Alberto Vanoglio, foto da Comune

Il sindaco di Ome Alberto Vanoglio ha scelto la Giornata mondiale contro l’omo-bi-trans-fobia per annunciare pubblicamente la propria omosessualità. In paese, va detto, in molti ne erano a conoscenza. Ma Vanoglio, con coraggio, ha deciso di spingersi oltre e di ribadirlo ufficialmente in un’occasione pubblica, domenica, durante la festa del Rainobow party in cui è stata inaugurata anche una panchina arcobaleno al Borgo del maglio. Martedì – in occasione della giornata mondiale – Vanoglio lo ha anche rilanciato sui social, con un messaggio che pubblichiamo di seguito. Il sindaco di Ome, a quanto risulta, è il primo rappresentante di spicco delle istituzioni bresciane ad annunciare pubblicamente la propria omosessualità. In molti non hanno ancora avuto lo stesso coraggio.

IL TESTO PUBBLICATO DAL SINDACO DI OME SU FACEBOOK

Un’emozione incredibile, la festa di domenica. Si respirava libertà, orgoglio, rispetto.
Non sapevo quanti avrebbero accettato l’invito, ed eravate tantissimi. Non sapevo quanto avrei pianto, ed ho riso, tantissimo, insieme a voi. Non sapevo se era la cosa giusta da fare, sembrava scontata, ed è stata giustissima. E quando ho visto mio padre sedersi sulla panchina, be’.

Ma non era la mia festa, era la festa di tutt*. “Se avessi avuto una panchina così su cui sedermi, da ragazza, la mia vita sarebbe stata più facile”, ha detto Roberta. Era la festa sua, e di tutt*, e di chiunque si siederà, e cambierà idea, o la terrà, e sbloccherà convinzioni e convenzioni.

Come ho detto domenica: «Potrebbe sembrare scontato che sia un Sindaco apertamente (e orgogliosamente) gay a fare questa inaugurazione. Ma io oggi non parlo a titolo personale, rappresento una comunità intera. Una comunità che tre anni fa mi ha scelto per guidarla, e non mi ha scelto perché io sono gay o nonostante io sia gay. Sono sicuro che mi abbia scelto a prescindere da questo, che è la cosa più importante.

Un giorno le panchine arcobaleno non serviranno più, perché non dovremo difenderci da nessuno, e proteggere nessuno, e nemmeno etichettare nessuno. Saremo finalmente, semplicemente, esseri umani. Ma oggi, purtroppo, ancora serve.

È una panchina sgarrupata, rovinata, ferita. Ma ha trovato nuova vita. Il colore ha riempito le sue ferite. Non è perfetta, perché non lo siamo nemmeno noi. Non siamo perfetti, ma siamo splendidi. Tutti noi, tutte noi, ognuno di noi, con le proprie meravigliose fragilità, e i propri limiti e le proprie grandezze. Perché non siamo migliori di nessuno. Siamo unici, che è molto meglio.

Dice la targa: Chiunque tu sia, chiunque tu ami, c’è posto per te. #loveislove
Facciamo emergere l’Italia migliore. Quella che ama, non quella che odia e discrimina. L’amore è amore, in ogni sua forma. Non fermiamolo, mai.»

17 maggio. Giornata internazionale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 21 Giugno 2022 23:38

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome