🔴 Paratico, doppio incidente: 64enne muore per un malore, traffico in tilt

Il turista olandese ha accusato un malore mentre era alla guida ed è finito fuori strada: non c'è stato niente da fare

0
Ambulanza, foto generica da comunicato (elaborazione BsNews)

Tragedia, nella serata di ieri, a Paratico, sul lago di Iseo. Intorno all’ora di cena, infatti, si sono verificati due incidenti nell’arco di mezz’ora e il bilancio è di una vittima, un 64enne.

Il primo è avvenuto intorno alle 20 lungo la statale 469. Secondo la prima ricostruzione un uomo di 64 anni, un turista olandese, ha accusato un malore mentre era alla guida ed è finito fuori strada. I soccorsi sono intervenuti in codice rosso, ma per il 64enne non c’è stato nulla da fare: è morto poco dopo l’arrivo in ospedale.

Codice di partenza giallo, invece, per un centauro 19enne che si è scontrato con un’auto in via dottor Aldo Madruzza, a poca distanza dal primo incidente. Le condizioni del giovane, per fortuna, si sono rivelate meno gravi del previsto: se la sarebbe cavata con qualche graffio e qualche botta.

Pesanti le conseguenze sulla circolazione stradale in uno dei momenti di punta a causa dell’afflusso turistico.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

Ultimo aggiornamento il 26 Luglio 2022 17:50

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome