Palazzolo, sono 33 i furbetti dei rifiuti sanzionati da inizio anno, due le denunce

Continua e verrà incrementata grazie all’installazione di 32 nuove videocamere e fototrappole l’azione di contrasto dell’Amministrazione comunale di Palazzolo sull’Oglio verso gli incivili che si ostinano a non conferire correttamente la loro immondizia, abbandonandola illecitamente nell’ambiente

0
I rifiuti abbandonati a Palazzolo sull'Oglio, foto da Comune
I rifiuti abbandonati a Palazzolo sull'Oglio, foto da Comune (foto d'archivio)
Quattordici sanzioni negli ultimi due mesi – trentatré dall’inizio dell’anno – e due denunce penali. Continua e verrà incrementata grazie all’installazione di 32 nuove videocamere e fototrappole l’azione di contrasto dell’Amministrazione comunale di Palazzolo sull’Oglio verso gli incivili che si ostinano a non conferire correttamente la loro immondizia, abbandonandola illecitamente nell’ambiente.
Nello specifico, solo negli ultimi due mesi – maggio e giugno – sono state elevate dodici sanzioni: cinque in piazzale don Zubbiani, una in via Dogane, una in piazzale Oriana Fallaci, una in via Genova, una in via Verdi, una via Romana, una in via Milano e una in via Einaudi. Non solo. Sono inoltre stati identificati e denunciati i responsabili di due violazioni di carattere penale del Testo Unico Ambientale: reati commessi in relazione al trasporto e allo smaltimento di rifiuti, in via Lancini e in via Brigate Alpine. Accertamenti molto importanti, resi possibili dal costante lavoro del Nucleo Ambientale della Polizia Locale, agli ordini del comandante Luca Ferrari, nonché segno che l’Amministrazione comunale non ha intenzione di abbassare l’attenzione contro questo fenomeno senza giustificazioni.
Con questi recenti accertamenti, il numero delle sanzioni elevate nei primi sei mesi dell’anno – da gennaio fino a giugno – sale a trentatré. Infatti, nei mesi scorsi (gennaio–maggio) altre diciannove sanzioni sono state emesse nei confronti di persone che si sono rese colpevoli di abbandoni illeciti di rifiuti in diverse zone della città: uno al Parco Metelli, uno in via Romana, uno in via Milano, sei in piazzale don Zubbiani, due in via Molinara nella zona dell’ex Cotonificio Ferrari (uno di questi era responsabile anche a livello penale, non solo civile), quattro in via Einaudi, due in via Sondrio, uno in via Schivardi e uno in via Bergamo.
«Nel 2022, con la raccolta porta a porta e tutta una serie di strumenti a disposizione per conferire correttamente i rifiuti con minimo sforzo e massimo vantaggio sia per il singolo, sia per la collettività, il comportamento di questi “furbetti” non è assolutamente tollerabile – ha commentato il vicesindaco e assessore alla Sostenibilità Ambientale Francesco Marcandelli –. La lotta contro l’inciviltà è sempre stata una nostra priorità e proseguiremo fermamente su questa strada, grazie anche all’implementazione della strumentazione e l’installazione, entro metà settembre, di ulteriori 32 videocamere e fototrappole. Un grazie come sempre al nostro Nucleo Ambientale di Polizia Locale per il prezioso lavoro che svolgono a tutela del decoro della città e della salvaguardia dell’ambiente».


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome