🔴 La Febbre del Nilo continua a far paura, a partire dal Veneto

Nel Bresciano una settimana fa si è registrata la prima vittima, un 76enne di Cigole: più grave la situazione nel vicino Veneto

0
Zanzara, foto libero utilizzo da Pixnio (immagine di James Gathany, William Brogdon, USCDCP)

Continua a preoccupare la Febbre del Nilo, con numeri di ricoveri e decessi che salgono in tutto il Paese.

WEST NILE, LA DIFFUSIONE DEL VIRUS

Nel Bresciano, come noto, una settimana fa si è registrata la prima vittima: si tratta di un 76enne di Cigole, deceduto all’ospedale di Manerbio dopo diverse settimane di ricovero. Ma il problema è ancora contenuto, con poco più di una decina di casi in tutta la Lombardia. più preoccupante la situazione del vicino Veneto, dove i casi hanno superato quota 130. Nell’ospedale di Padova l’ultimo bollettino riferisce di 15 persone ricoverate, di cui 10 in rianimazione, mentre nel Veneziano i casi sono ben 29, con quattro decessi di anziani ad agosto.

FEBBRE DEL NILO: GLI EFFETTI E LE DIFESE

La febbre del Nilo (o West Nile) – come noto – è un virus diffuso dalle zanzare (in particolare quelle della specie Culex): nella maggioranza dei casi la puntura ha effetti quasi nulli o simili a quelli di un comune malessere influenzale, ma in soggetti debilitati o fragili può avere conseguenze gravi.  Gli unici modi per difendersi sono quelli classici contro le zanzare: l’utilizzo di repellenti, l’indossare vestiti che coprano il corpo il più possibile e l’evitare di sostare in prossimità di acque stagnanti.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome