🔴 Foto con un candidato Pd, Margaroli (Fdi): “Corazzina prete comunista”. La replica: la faccio anche con te

Del Bono: "Don Fabio fa il prete e sta con tutti e con coraggio testimonia il Vangelo. Tanto più in una cena di quartiere. Grazie don"

0
Un collage tra i post di Facebook, elaborazione grafica BsNews.it

A Brescia infiamma la polemica elettorale. E stavolta, a scaldare gli animi, è stata una foto pubblicata (insieme a diverse altre) dal Comune di Brescia sul proprio canale Facebook, che immortalava insieme – a una cena di quartiere – don Fabio Corazzina, parroco di Fiumicello, gli assessori comunali Valter Muchetti e Alessandro Cantoni e l’ex presidente nazionale delle Acli (candidato con il Pd in città alle politiche) Roberto Rossini.

Il primo a manifestare dubbi – sottolineando l’inopportunità di pubblicare foto con candidati su un account istituzionale durante una campagna elettorale – era stato l’ex assessore Giorgio Maione (Lega). Ma poco dopo il consigliere di Fratelli d’Italia Mattia Margaroli si è spinto ben oltre e ha pubblicato un post dai toni durissimi, affermando che “Fiumicello non merita un parroco comunista” e chiedendo l’intervento della curia: successivamente l’affermazione sul “parroco comunista” è scomparsa, ma la richiesta di provvedimenti è rimasta (testuale: “Un sacerdote che si presta a farsi fotografare esclusivamente in piena campagna elettorale con esponenti di sinistra. Dov’è la curia? Difenda almeno l’immaggine della propria dignità”).

La replica di don Fabio Corazzina è arrivata a stretto giro, sempre via social, con un post dal titolo “Fra supponenza e volgarità”. Corazzina, in particolare, spiega di essersi prestato a diverse foto ai tavoli durante quella cena e sottolinea di aver contattato Margaroli chiedendo “inutilmente” di cancellarlo o modificarlo. Quindi incalza: “Il parroco di Fiumicello è cristiano-cattolico, non comunista. Che Fiumicello non meriti un parroco comunista è vero! Ma nemmeno fascista e leghista direi”. E, ancora, il sacerdote invita chi ricopre un ruolo istituzionale a “maggior rispetto e maggiore serietà”, tralasciando “le polemiche, i pregiudizi e i giudizi azzardati”. Infine l’accento sull’importanza della “questione educativa, la povertà che emerge, la faticosa integrazione, un ambiente avvelenato, una chiesa che non sa tenere il passo con la storia, la superficialità rissosa di troppi adulti, l’uso strumentale di tutto e di tutti pur di avere qualche like e far parlare di sé”. “Ti aspetto Mattia per una fotografia, se la pensi così decisiva per il tuo futuro politico”, conclude Corazzina.
Nei commenti numerosi applausi e qualche critica. Tra i primi quello del sindaco di Brescia Emilio Del Bono: “Ecco questo post dimostra plasticamente come non dovrà mai diventare Brescia. Ovvero una città faziosa e rancorosa. Brutto post. Don Fabio fa il prete e sta con tutti e con coraggio testimonia il Vangelo. Tanto più in una cena di quartiere. Grazie don”.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome