Elezioni, Bazoli (Pd) per il “voto utile”: nei collegi si vince per poco

La campagna elettorale infiamma e nel centrosinistra più d'uno tiene a ribadire che le preferenze date al cosiddetto terzo polo (Calenda e Renzi) favoriscono la netta affermazione del centrodestra

0
Alfredo Bazoli
Alfredo Bazoli

La campagna elettorale infiamma e nel centrosinistra si moltiplicano gli appelli per il cosiddetto “voto utile”, nella convinzione che le preferenze date al cosiddetto terzo polo (Calenda e Renzi) favoriscano la netta affermazione del centrodestra.

A ribadirlo – con un post su Facebook – è stato anche il deputato uscente Pd Alfredo Bazoli, che definisce una “grande balla terzopolista” l’affermazione di Calenda secondo cui “non esiste voto utile, i collegi non sono contendibili”.

“Andate a raccontarlo ai miei amici Stefano Ceccanti a Pisa, Paolo Siani a Napoli, Emanuele Fiano a Milano – ribatte Bazoli – Tutti candidati in collegi nei quali la differenza si gioca su pochi punti percentuali che fanno vincere o perdere. Pensate a Fiano, che deve rimontare alcuni punti a una certa Isabella Rauti, figlia di Pino Rauti fondatore di Ordine Nuovo, candidata del centrodestra. E’ vero, i collegi non sono contendibili: ma dai terzi quarti quinti poli. Che però possono aiutare la destra a vincere. Come a Pisa, a Napoli, a Milano”.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome