Fridays for future, il 23 anche Brescia in sciopero contro la crisi climatica

L’appuntamento è in Piazzale Arnaldo, dalle ore 9. Al termine del corteo, in piazza Vittoria, ci saranno interventi in piazza per spiegare le richieste, tra cui quello della climatologa Elisa Palazzi dell’Università di Torino

0
inquinamento - foto di catazul da Pixabay
inquinamento - foto di catazul da Pixabay

“Basta parlamenti che ignorano la crisi climatica”. A due giorni dalle elezioni, venerdì 23 settembre Fridays for Future tornerà in piazza anche nella leonessa per lo Sciopero Globale per il Clima.

L’appuntamento è in Piazzale Arnaldo, dalle ore 9. Al termine del corteo, in piazza Vittoria, ci saranno interventi in piazza per spiegare le richieste, tra cui quello della climatologa Elisa Palazzi dell’Università di Torino – una delle firmatarie dell’appello Un voto per il Clima. Prima della marcia ci saranno anche una serie di eventi preparatori come l’ormai celebre Pirlo For Future, previsto per il 13 settembre ad Ambiente Parco, con interventi di esperti.

“L’ultimo parlamento non ha neanche cominciato ad affrontare seriamente la crisi climatica, altrimenti avremmo già cominciato a liberarci dai combustibili fossili come il gas. Non dal gas russo, ma dal gas, punto”, dice Giovanni Mori. La nostra dipendenza dai combustibili fossili – la cui combustione è una delle principali cause della crisi climatica – è il motivo principale, assieme alla speculazione, che sta facendo schizzare le bollette dell’elettricità. Per questo, Fridays for Future Italia ha presentato una vera e propria #AgendaClimatica, stilata sulla base di studi e con l’aiuto di esperti, con cinque punti fondamentali per risolvere la crisi climatica, energetica ed economica da ora. “Un sistema di trasporti pubblico gratuito e più capillare evita molti costi per i soggetti più esposti all’inflazione, e riduce emissioni, inquinamento e traffico” dice Francesco Andreetto – “L’esperimento del biglietto a 9€ in Germania ha funzionato, eccome.”

Anche l’energia – sottolinea una nota – è un tema fondamentale: la soluzione è accelerare sulle rinnovabili e sulle comunità energetiche per aumentare la nostra indipendenza, bloccando ogni nuovo progetto fossile. Questi investimenti creano anche il triplo dei posti di lavoro rispetto alle fossili e riguardano il terzo punto dell’Agenda Climatica: riduzione dell’orario di lavoro e introduzione del salario minimo per ridurre le fortissime disuguaglianze che provocano disuguaglianze anche nelle emissioni di CO2. Altro tema cardine che verrà richiesto in piazza: l’efficienza energetica – a partire dalle case popolari – per combattere la povertà energetica. Il quinto punto riguarda la risorsa più scarsa che abbiamo, ossia l’acqua: una prioritaria grande opera da svolgere è la riduzione dell’attuale spreco sulla rete idrica – il 42% – con l’istituzione di un vero servizio pubblico reinvestendo sulla manutenzione Quanto proposto a livello nazionale è perfettamente in linea con quanto gli attivisti di Brescia avevano già richiesto al Sindaco Del Bono in aprile, a seguito dell’ultimo Sciopero. La Loggia aveva promesso una ZTL nella zona del Carmine, l’istituzione di uno sportello energia per aiutare concretamente i cittadini in difficoltà ad usufruire di tutte le agevolazioni energetiche e l’inizio di un’ampia campagna di comunicazione alla cittadinanza sui temi della crisi climatica.

“Queste sono risposte sia alla crisi climatica che causa eventi estremi, sia al problema dell’inquinamento che devasta i nostri polmoni – dice Veronica Casanova, attivista di Fridays For Future Brescia. “Ci avevano detto che l’avrebbero fatto entro l’estate ma non ne abbiamo vista realizzata nessuna delle tre”.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome