⚫️ Da poco aveva appena ottenuto l’indeterminato: i sogni di Girolamo stroncati da un incidente sul lavoro

Girolamo Tartaglione era originario di Foggia, ma era residente a Trento e domiciliato nel Cremonese. Da circa un anno lavorava alla Eural di Pontevico, dove aveva ottimi rapporti con i colleghi, e soltanto poche settimane fa, a luglio, era stato assunto a tempo indeterminato.

0
Foto generica da Pixabay

Aveva soltanto 31 anni. E aveva appena realizzato l’obiettivo di firmare un contratto a tempo indeterminato. Sono in tanti, oggi, a piangere Girolamo Tartaglione, il giovane che ha perso la vita ieri in un tragico incidente avvenuto nel reparto fonderia della Eural Gnutti di Pontevico.

Girolamo Tartaglione era originario di Foggia, ma era residente a Trento e domiciliato nel Cremonese. Da circa un anno lavorava alla Eural di Pontevico, dove aveva ottimi rapporti con i colleghi, e soltanto poche settimane fa, a luglio, era stato assunto a tempo indeterminato. La base per costruirsi un futuro con qualche certezza in più, magari anche una famiglia. Ma purtroppo è andata diversamente.

Venerdì il dramma, mentre con alcuni colleghi stava lavorando all’allestimento di un forno. Erano circa le 7.30, quando una piastra del peso di 50 quintali si è staccata dalle catene e gli è piombata addosso. Lo ha ucciso sul colpo. E’ la 18esima persona morta sul lavoro in provincia di Brescia nel 2021.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome