⚠️ Attenzione alla telefonata del sedicente avvocato che parla di multe da pagare

L'utente è stato destinatario di un tentato raggiro? Possibile. Ma c'è anche un'altra spiegazione possibile. Esistono app per il telefono, infatti, che consentono di effettuare scherzi "automatici" con voci preregistrate

0
Truffa, foto generica da Pixabay

La segnalazione arriva ancora una volta da Facebook. Ed è decisamente preoccupante. Un utente di uno dei gruppi bresciani con più iscritti, infatti, nelle scorse ha denunciato pubblicamente di aver ricevuto sul proprio telefono cellulare la chiamata di un uomo che – spacciandosi per il rappresentante di uno studio legale – gli ha riferito di circa mille euro di multe non pagate, pretendendone il pagamento. Poco dopo, erano circa le 23, l’uomo avrebbe ricevuto una seconda chiamata: stavolta il chiamante parlava di un pacco per il cui ritiro era necessario pagare una cifra extra. La vittima non è caduta nel presunto raggiro e in entrambi i casi ha prontamente chiuso la conversazione. Ma erano tentativi di truffa o altro? Di seguito vediamo di provare a capirne qualcosa in più sulla base degli elementi di cui disponiamo.

PERCHE’ SI TRATTA DI TRUFFE (O SCHERZI) E COME COMPORTARSI

In entrambi i casi è evidente che si tratta di telefonate a cui non bisogna credere. A dimostrarlo è innanzitutto l’orario: chiamate per ragioni come queste non avvengono mai in tarda serata e nei giorni festivi. In secondo luogo, a confermare il sospetto, è la singolare coincidenza di tempo fra le due telefonate.

Va poi precisato che in caso di multe non pagate non si ricevono telefonate, tanto meno da studi legali, ma soltanto comunicazioni ufficiali (via pec o raccomandata) dagli enti preposti. Per quanto riguarda gli addebiti extra relativi a pacchi va precisato che nella quasi totalità dei casi si tratta di truffe. L’eccezione è nel caso si sia ordinato un bene in un paese ExtraUe: in molti casi si potrebbe essere chiamati a pagare le tasse doganali, ma queste sono addebitate contestualmente alla consegna o prima, con documenti ufficiali.

L’utente, dunque, è stato destinatario di un tentato raggiro? Possibile. Ma c’è anche un’altra spiegazione possibile. Esistono app per il telefono, infatti, che consentono di effettuare scherzi “automatici” con voci preregistrate: una di queste, Juasapp, ad esempio include – tra i tanti – anche gli scherzi delle sanzioni non pagate e del pacco da consegnare.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome