“Modello Brescia”: il centrodestra contro le scelte più innovative | di Claudio Bragaglio *️⃣

In questa campagna elettorale – il cui esito riguarderà anche la Loggia - il “modello Brescia” è motivo di grande interesse per le sue realizzazioni. Ma...

0
Claudio Bragaglio, opinionista BsNews

di Claudio Bragaglio – In questa campagna elettorale – il cui esito riguarderà anche la Loggia – il “modello Brescia” è motivo di grande interesse per le sue realizzazioni. Il Termovalorizzatore è un esempio nazionale anche per gli on. Renzi e Gelmini. In occasione del Forum Ambrosetti di Cernobbio la politica energetica di A2A, player nazionale, con le valutazioni dell’AD ing. Mazzoncini, perno d’una economia circolare. Un Metrò all’avanguardia della mobilità sostenibile, presto integrato con il Tram proposto dall’assessore Manzoni. Una A2A, nata tra Brescia e Milano, con servizi di prim’ordine e risorse dai 50 ai 70 mln di euro annui per il Comune capoluogo, con un dividendo frutto della fusione di ASM con AEM.

Che la Destra tenti il salto su questi carri in velocità non sorprende. Ma si dà il caso che il Centro Destra bresciano – tutto od in buona parte – su tutte queste scelte s’è schierato contro. Proprio così! Storia ormai sepolta? Tutt’altro. Perché essa ci dice di partiti, ceto politico ed eredi che, pur con diverse nomenclature, sono in campo ancora oggi. L’on. Paroli ha richiamato in questi giorni la sua Giunta in Loggia. Già…ma sorvola sul dettaglio che son bastati solo 5 anni per ritrovarsi con il suo vicesindaco Rolfi all’opposizione. E che nel decennio di Del Bono un ulteriore lungo cammino è stato compiuto, come in questi giorni il Sindaco ha efficacemente illustrato anche negli incontri con il ministro Orlando ed il segretario del PD, l’on. Letta.

Si prenda il Termovalorizzatore, proprio quello d’una motivata polemica che vede Brescia contrapposta ai gravi ritardi di Roma. Già, ma non può farla il Centro Destra bresciano, perché la Lega Lombarda, per voce del capogruppo Molgora (poi Presidente della Provincia) e l’allora MSI-AN in quel decisivo Consiglio Comunale del 28 luglio del 1992, votò contro. Non solo. Nella crisi di quel periodo – con il prolungato scontro tra Prandini e Padula – pure la destra prandiniana ha brigato per affossarlo. In quel passaggio il voto di astensione del PDS, che era all’opposizione, fu decisivo. Per ragioni politiche, non tanto aritmetiche. Infatti, come capogruppo del PDS, venni avvicinato da Corbelli, assessore e leader prandiniano in Loggia, e sollecitato ad esprimere un nostro voto contrario al fine di rendere possibile anche una loro astensione e quindi – con una DC divisa – un rinvio “sine die” della delibera di approvazione. Che, con la crisi già aperta e da noi auspicata della Giunta Panella, significava affossare il Termovalorizzatore.

In quanto poi al Metrò il Centro Destra, pur diviso, si schierò con ben due Referendum – nel 1998 e 2001 – contro il Metrò. Non solo. Reiteratamente la DC provinciale, con Baronio segretario e Maggiori, il componente prandiniano della Commissione ASM, si schierarono contro il Metrò. Sostenuto invece con forza da PCI-PDS. E merita d’essere ricordato – nella faida politica che si trascinò tra il 1985 ed il 1992 – il ruolo decisivo dell’ing. Capra per ASM, di Padula e Fermi, sindaco e vicesindaco in Loggia. Così come successivamente il ruolo dei sindaci Martinazzoli e Corsini. In quanto alla Lega essa cambiò opinione, soltanto nel 2012, quando la Presidenza della Commissione Metrobus fu assegnata a Gallizioli, capogruppo leghista in Loggia.

Pensando ad A2A, al valore dei servizi, nonché alle rilevanti risorse versate al Comune di Brescia, va ricordata l’eclatante richiesta di privatizzazione di ASM sostenuta dalla Lega, dal ministro on. Gnutti, candidato Sindaco nel 1994, e poi dal capogruppo Galli. Una vera e propria cesura tra Azienda e Comune, con Martinazzoli che la definì una “paranoia”. A cui sempre si oppose anche un indimenticabile liberale come Angelo Rampinelli.

Quindi un Centro Destra contrario ad una ASM municipale e poi ad una A2A basata sulla novità d’un rapporto tra i Comuni di Brescia e Milano. Perfino richiedendo, come han fatto la Lega, con Galli, ed il capogruppo Farina, di Forza Italia-PDL, un referendum pur di bloccare l’operazione proposta dalla Giunta Corsini.

Eppure già si sapeva che la sfida energetica era internazionale e le aziende municipalizzate non avrebbero retto in scala solo locale. Autarchica. Con Arcai di AN che nel giugno del 2007 in Consiglio parlava di A2A come “una avventata fuga in avanti di Corsini”. Ma la scelta era chiara e i Comuni dovevano far rete tra loro con le proprie Aziende. In alternativa sarebbe entrata in campo la Regione che con Formigoni presentò infatti il progetto di centralizzazione in una Holding regionale denominata “Lombard Utilities” che avrebbe assorbito le 21 aziende municipali, dal valore di 8,5 mld. di euro, con un giro di affari di 3,8 mld. Quindi con l’estromissione dei Comuni stessi.

Ma pensando alle sentenze dei tribunali che hanno riguardato Formigoni nel campo delle Aziende sanitarie, ci possiamo pure immaginare il rischio corso.

Un passato quindi che dice molto sul presente e sul futuro. Col Centro Destra bresciano che, a fronte di scelte coraggiose ed innovative, ha proceduto nella notte a fari spenti.

* Partito Democratico

** BsNews ospita opinioni di intellettuali, politici, imprenditori bresciani nell’ottica di alimentare il dibattito pubblico con pareri autorevoli: le opinioni espresse in questa rubrica non rappresentano la linea editoriale del sito, ma quella dei rispettivi autori.

Ultimo aggiornamento il 27 Settembre 2022 12:05

MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, LA GUIDA

🔴 MASCHERINE, QUALI SONO UTILI CONTRO IL CORONAVIRUS
🔴 MASCHERINE, APPROFONDIMENTO SU DPI FFP2 E FFP3

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, I CONSIGLI DELL’ESPERTO

🔴 MASCHERINE CONTRO IL CORONAVIRUS, COSA BISOGNA GUARDARE PER NON SBAGLIARE L’ACQUISTO

🔴 DIFFERENZA TRA MASCHERINE FILTRANTI E CHIRURGICHE

🔴 CORONAVIRUS, CHI DEVE USARE LE MASCHERINE E QUALI

🔴 MASCHERINE, GUANTI E IGIENIZZANTI MANI: COME SI USANO

🔴 LE MASCHERINE SERVONO O NO?

NOTIZIE IMPORTANTI SUL CORONAVIRUS

🔴 CORONAVIRUS, LA MAPPA DEL CONTAGIO NEL BRESCIANO
🔴🔴🔴 QUI TUTTE LE NOTIZIE PUBBLICATE DA BSNEWS.IT SUL CORONAVIRUS

15,93€
18,75€
disponibile
2 new from 15,93€
as of 27 Settembre 2022 12:05
8,58€
8,98€
disponibile
2 new from 8,58€
as of 27 Settembre 2022 12:05
11,00€
14,99€
disponibile
3 new from 11,00€
as of 27 Settembre 2022 12:05
11,99€
14,99€
disponibile
2 new from 11,99€
as of 27 Settembre 2022 12:05
12,00€
13,00€
disponibile
3 used from 9,69€
as of 27 Settembre 2022 12:05
38,99€
non disponibile
2 new from 35,99€
1 used from 37,73€
as of 27 Settembre 2022 12:05
24,16€
disponibile
2 new from 16,85€
as of 27 Settembre 2022 12:05
3,49€
disponibile
2 new from 3,47€
as of 27 Settembre 2022 12:05
17,00€
disponibile
6 new from 14,00€
as of 27 Settembre 2022 12:05
5,50€
disponibile
as of 27 Settembre 2022 12:05
Ultimo aggiornamento il 27 Settembre 2022 12:05

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome