🔴 Cellatica, individuati i presunti vandali che hanno devastato le elementari

Il conto per loro e per le loro famiglie - se le responsabilità dovessero essere confermate - potrebbe essere pesante e includere il pagamento dei danni, che - secondo le prime stime - ammonterebbero a circa 100mila euro.

0
Carabinieri, foto d'archivio

Le forze dell’ordine avrebbero chiuso il cerchio sui nomi del componenti della banda di giovani che domenica 18 settembre ha fatto ingresso nella scuola elementare di Cellatica, devastandola e appiccando il fuoco, tanto da renderla inutilizzabile per mesi.

A riportare l’indiscrezione – uscita quasi in concomitanza con la notizia dell’avvio di una raccolta fondi da parte dei genitori per contribuire a sistemare l’istituto – è il Giornale di Brescia. Stando a quanto si apprende e a quanto avrebbero confermato le indagini (decisive le immagini delle telecamere della zona) i sospettati – residenti in paese e nella vicina Gussago – sarebbero già noti in paese per altri episodi precedenti.

Il conto per loro e per le loro famiglie – se le responsabilità dovessero essere confermate – potrebbe essere pesante e includere il pagamento dei danni, che – secondo le prime stime – ammonterebbero a circa 100mila euro.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome