🔴 Palazzolo, 18enne scippato del cellulare mentre sta telefonando

Da un paio d'anni sembrano essersi moltiplicati, in tutta la provincia, gli episodi criminali che hanno per vittime (e per aguzzini) giovani o giovanissimi

0
Carabinieri in azione, foto da Carabinieri

Da un paio d’anni sembrano essersi moltiplicati, in tutta la provincia, gli episodi criminali che hanno per vittime (e per aguzzini) giovani o giovanissimi. E nessun Comune sembra fare eccezione.

L’ultimo episodio, in ordine di tempo, è quello di un 18enne palazzolese che sarebbe stato vittima di uno scippo mentre si trovava nella zona della stazione ferroviaria. A riportare la notizia è Prima Brescia, che ha raccolto la testimonianza della madre.

Stando a quanto si legge, lo scorso 27 settembre, il giovane sarebbe uscito di casa per comparsi un kekab. Erano circa le 20. Mentre camminava con il telefono all’orecchio tre giovani in bici lo avrebbero affiancato e gli avrebbero strappato l’iPhone, dandosi subito alla fuga.

La speranza è che, come spesso avviene in questi casi, le forze dell’ordine riescano a risalire velocemente agli autori dello scippo. Nella maggioranza dei casi, cronache alla mano, si tratta di soggetti già noti o addirittura con precedenti.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome