Flero, il 13 appuntamento con l’Autunno longobardo e il chitarrista Giulio Tampalini

Il chitarrista, già premio delle Arti e della Cultura nel 2014, presenterà un programma musicale suggestivo, offrendo all’ascolto la versione per chitarra di alcune delle musiche che hanno fatto la storia del cinema con autori come Morricone, Zimmer, Myers, Piovani, Piazzolla

0
Giulio Tampalini, foto da ufficio stampa Colli dei Longobardi

Appuntamento speciale Domenica 13 novembre presso il Teatro Le Muse di Flero, con il chitarrista bresciano Giulio Tampalini, considerato oggi punto di riferimento della chitarra a livello italiano e internazionale. Il chitarrista, già premio delle Arti e della Cultura nel 2014, presenterà un programma musicale suggestivo, offrendo all’ascolto la versione per chitarra di alcune delle musiche che hanno fatto la storia del cinema con autori come Morricone, Zimmer, Myers, Piovani, Piazzolla.

Il concerto si inserisce nel percorso delle attività culturali dell’Associazione dei “Colli Longobardi Strada del Vino e dei Sapori” per il progetto “Autunno Longobardo” con la preziosa collaborazione del Comune di Flero e con il Teatro “Le Muse”.

“Siamo lieti di accogliere un artista come Giulio Tampalini nelle attività e nella vita della nostra Associazione, che si occupa da anni della valorizzazione e della promozione dei migliori prodotti del territorio bresciano – dichiara il Presidente Flavio Bonardi – anche e soprattutto culturale. Ci auguriamo che i valori della nostra terra siano sempre più apprezzati dal pubblico bresciano e dai turisti che, dopo gli anni della pandemia, vogliamo tornino nella nostra città sempre più numerosi”.

Giulio Tampalini nel 2014 ha ricevuto a Milano il Premio delle Arti e della Cultura. È considerato dalla critica uno degli interpreti più innovativi e carismatici del panorama musicale italiano. Dopo il diploma con dieci e lode al Conservatorio di Cuneo, ha vinto i maggiori premi internazionali di chitarra, il Concorso “Yepes” di Sanremo, il “Sor” di Roma, due volte il Torneo Internazionale di Musica di Roma, il “De Bonis” di Cosenza. Ha vinto due Chitarre d’oro per il miglior disco: nel 2003 con il Tárrega: Opere complete per chitarra e nel 2018 per l’album Castelnuovo-Tedesco: Complete Works for Soprano and Guitar. Si esibisce regolarmente in Europa, Asia e Stati Uniti come solista e con orchestra. Nella sua imponente produzione discografica sono presenti cd dedicati al Novecento italiano, l’opera completa per chitarra sola di Castelnuovo-Tedesco, il Concierto de Aranjuez di Rodrigo, un monografico su Gilardino, le Sei Rossiniane di Giuliani, il Concerto n. 1, il Quintetto e il Romancero Gitano di Castelnuovo-Tedesco e quattro integrali: Tárrega, Llobet, Matiegka e Villa-Lobos. Con Giovanni Podera è curatore della collana “I Maestri della Chitarra” per le Edizioni Curci. È docente di chitarra presso la Fondazione Accademia Internazionale di Imola “Incontri con il Maestro” e presso il Conservatorio di Adria, direttore dell’Accademia Internazionale della Chitarra di Brescia e della Seicorde Academy, tiene seguitissime masterclass in Italia, Europa e Asia e America. La rivista Amadeus gli ha dedicato la copertina del numero di settembre del 2022, con un suo nuovo CD allegato dedicato a Manuel Maria Ponce.

Il concerto è a ingresso libero fino ad esaurimento posti con inizio alle ore 21.00.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome