I Vantaggi Di Acquistare Ricambi di Seconda Mano per Nissan

Di seguito andremo a esaminare alcuni dei guasti segnalati sia dalla casa produttrice che dai proprietari, cercando di individuare possibili soluzioni ad essi.

0
Foto generica da Pixabay

La Nissan nasce nel 1933 nella città di Osaka nel distretto di Yokohama in Giappone. Conosciuta a livello mondiale sin dagli albori, per la qualità delle automobili prodotte, nel 1999 entra a far parte della “Renault-Nissan-Mitsubishi_Alliance”, un’alleanza che riunisce appunto l’azienda francese Renault e le due giapponesi Mitsubishi e Nissan, quest’ultima  è presente sul mercato con 3 marchi diversi: Nissan, Infiniti e Datsun. I Modelli più famosi della casa nipponica sono certamente il Crossover Qashqai e la più piccola Micra, entrambe vendute in milioni di esemplari in giro per il mondo. L’azienda con sede ad Osaka da alcuni anni a questa parte ha dedicato un grande impegno nello sviluppo e nella costruzione di auto elettriche tanto da essere al momento il più grande produttore mondiale di veicoli a propulsione elettrica, non a caso è proprio la Nissan Leaf Il veicolo elettrico più venduto al mondo.

Nissan è da sempre sinonimo di garanzia di durata, attenzione ai particolari e affidabilità.

Tuttavia alcune automobili Nissan presentano dei difetti  che possono essere causa di spese inattese per i proprietari  delle vetture prodotte dalla multinazionale con sede in Giappone.

Di seguito andremo a esaminare alcuni dei guasti segnalati sia dalla casa produttrice che dai proprietari, cercando di individuare possibili soluzioni ad essi.

Malfunzionamento della Pompa del diesel

Il primo guasto che andremo ad analizzare è quello che si presenta alla pompa del diesel dei modelli prodotti dalla casa giapponese su cui è installato un propulsore 2.2 DI e 3.0 DI prodotti tra il 1999 e il 2001.Questo difetto può causare problematiche diverse come ad esempio una perdita di potenza durante la marcia oppure addirittura l’impossibilità di avvio  del propulsore stesso. La causa è da ricercarsi nella centralina elettronica diesel (EDC), che con il passare del tempo tende a danneggiarsi fino a bloccarsi definitivamente.In questo caso, non essendo possibile acquistare l’EDC separatamente dalla pompa , l’unica soluzione è la sostituzione dell’intera pompa del diesel con una di ricambio, il cui prezzo può variare tra i 300 euro, se si sceglie di acquistarla nuova, ed i circa 80 euro se si opta per un ricambio di seconda mano.

Qashqai e i problemi al cambio

Passiamo ora ad analizzare un problema piuttosto diffuso sul crossover di punta  di casa Nissan ovvero il Qashqai.

Il Cambio manuale di serie ovvero il JRG presenta alcuni problemi cronici riconosciuti dalla casa madre che possono influire sul comfort di guida o sulla durata nel tempo dello stesso.

Esso infatti, intorno ai 100 mila km percorsi dall’autovettura inizia a presentare alcune anomalie nel funzionamento, ad esempio alcune imprecisioni nel cambio di marcia che man mano che si va avanti con i chilometri percorsi possono degenerare fino a causare la rottura totale del cambio stesso.
Una soluzione per ovviare a questo problema è la prevenzione, ovvero una costante manutenzione dell’autovettura. Sostituendo infatti l’olio del sistema atto al cambio delle marce con regolarità,  si riuscirà ad evitarne la rottura. Può capitare però che a volte neanche la manutenzione ordinaria basti ad evitare che questo guasto si verifichi, in questi casi sarà purtroppo necessario sostituire l’intero cambio.Qualora si verificasse la necessità di sostituire questa o altre componenti di auto a marchio Nissan, su Ovoko è presente un’ampia gamma di prodotti di seconda mano di qualità garantita che permettono un risparmio economico notevole. Basti pensare che il pezzo di ricambio del cambio sopra citato se acquistato nuovo può arrivare a costare fino a 800 euro mentre acquistandolo di seconda mano costerà all’incirca 380 euro quindi poco meno della metà.

Nissan Micra e il problema alla ruota

Sono state oggetto di richiamo ufficiale da parte della casa produttrice le Micra costruite nel 2017 .Stando a quanto comunicato dalla multinazionale con sede in Giappone le Micra costruite nel 2017 presentavano un difetto al mozzo della ruota anteriore. Il mozzo infatti dopo appena poche migliaia di chilometri percorsi tendeva ad usurarsi oltre il dovuto compromettendo la stabilità della tenuta della ruota stessa che rischiava addirittura di staccarsi dall’abitacolo mentre l’autovettura era in marcia, mettendo quindi a serio rischio la salute dei passeggeri e di chi aveva la sfortuna di transitare nelle vicinanze dell’automobile in questione. In questo caso però per fortuna dei proprietari della Micra, la Nissan ha provveduto a ritirare le vetture che presentavano questo difetto incaricando della riparazione  a proprie spese.

Nel caso in cui un guasto del genere non fosse stato riconosciuto dalla casa produttrice come diffuso e frequente, la spesa da sostenere non sarebbe stata sicuramente di poco conto. Per l’acquisto di un mozzo della ruota infatti i prezzi variano tra i 500 euro per l’acquisto di un ricambio originale ed i 200€ per un ricambio di seconda mano.

In conclusione, quindi, si può notare come qualora si rivelasse necessario sostituire componenti meccanici per le auto Nissan, acquistare ricambi di seconda mano anziché originali comporterebbe un risparmio economico superiore al 50 %.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome