Deragliamento a Iseo, Legambiente: priorità sicurezza e velocizzare la Brescia-Edolo

“Serve un piano per la messa in sicurezza della linea Brescia-Iseo-Edolo ed un piano d’esercizio per il suo rilancio, dato che è scarsamente utilizzata"

0
Dario Balotta di Legambiente
Dario Balotta di Legambiente

Il deragliamento di sabato pomeriggio del treno 969 diretto a Brescia sullo scambio d’uscita della stazione d’Iseo alle 16.33 ripropone con forza il tema della sicurezza su tutti i 103 km della linea Brescia Iseo Edolo. A dirlo, in una nota, è Dario Balotta, presidente del circolo Legambiente di Iseo, sulla questione del treno deragliato domenica a Iseo (treno e binari sono ancora sotto sequestro).

“Già il primo dicembre del 2021 – sottolinea Balotta – un masso, caduto sui binari a Cedegolo, ha fatto deragliare il treno. La linea allora fu interrotta per molto tempo, provocando soppressioni e ritardi, quindi forti disagi per i viaggiatori. Interventi per la sicurezza, come le reti paramassi, non bastano a trattenere eventuali crolli della montagna. Nei tratti più pericolosi bisognerebbe adottare sistemi (sentinella) che trasmettano la presenza di qualsiasi ingombro sui binari e azionino automaticamente il semaforo rosso nelle stazioni più vicine”.

Il presidente del circolo Legambiente Basso Sebino, quindi, continua: “Serve un piano per la messa in sicurezza della linea Brescia-Iseo-Edolo ed un piano d’esercizio per il suo rilancio, dato che è scarsamente utilizzata. L’incidente ferroviario di sabato ad Iseo ci ricorda drammaticamente quali sono le priorità d’intervento: la manutenzione della rete e dei treni. Anzichè fare voli pindarici e costosissimi come quelli del progetto dell’Idrogeno sulla rete ferroviaria della Valle Camonica, denominato H2iseO, la Regione e Trenord dovrebbero spostare gli investimenti sul potenziamento della rete, sull’a funzionalità degli scambi, sul segnalamento, sull’abolizione dei passaggi a livello e sul materiale rotabile. Ciò – conclude – permetterebbe di aumentare la sicurezza ed eliminare le criticità, rendendo la linea più veloce. Tra ritardi, soppressioni ed incidenti, l’utenza pendolare si sta allontanando dal treno. Va fermata questa emorragia per ridurre il traffico automobilistico sul lago d’Iseo e in valle, per evitare che i paesi rivieraschi vengano cementificati da nuovi parcheggi”.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome