🟢 Caso Caffaro, Brescia fa squadra: ok all’emendamento salva-bonifiche

Il commissario potrà avere fondi sufficienti per far fronte agli aumenti legati al caro-energia e alla guerra in Ucraina, che avevano fatto saltare la prima gara per l'avvio delle bonifiche

0
Campionamento suolo, foto d'archivio da Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri IRCCS

Novità importanti per Brescia. Il governo, infatti, ha dato il via libera all’inserimento nella Legge di bilancio del cosiddetto emendamento salva-Caffaro, sostenuto da tutti i rappresentanti della leonessa in Parlamento su impulso della leghista Simona Bordonali.

In sostanza, grazie alla modifica, il commissario Mario Nova potrà avere fondi sufficienti per far fronte agli aumenti legati al caro-energia e alla guerra in Ucraina, che avevano fatto saltare la prima gara per l’avvio delle bonifiche.

L’emendamento, inserito all’interno dell’articolo 68, del titolo Quinto (capitolo primo= della legge di Bilancio (“Misure per favorire la crescita e gli investimenti”) prevede un fondo ad hoc  da 10 miliardi complessivi proprio per i progetti pubblici bloccati da questi problemi, con 500 milioni a disposizione nel 2023, 1 miliardo nel 2024, 2 miliardi nel 2025, 3 miliardi nel 2026 e 3,5 miliardi nel 2027.

“In soli tre mesi di governo di centrodestra – dichiarano in una nota congiunta i consiglieri comunali di Brescia di Lega, Fratelli d’Italia e Forza Italia – sono arrivate diverse risposte attese da tempo per la nostra città. Non ultimo l’abbassamento dell’iva al 5% sul teleriscaldamento. L’emendamento Caffaro inserito in manovra rappresenta un passaggio chiave per poter bonificare il sito e ancora una volta i nostri parlamentari sono riusciti a sopperire alle mancanze dell’amministrazione comunale che su questo tema in dieci anni ha proposto solo slogan e rendering. Ringraziamo dunque tutti i parlamentari bresciani che hanno contribuito a questo risultato. Ora attendiamo l’approvazione definitiva della manovra e lavoreremo affinché si possa procedere velocemente con bandi e lavori”.

“La più importante bonifica urbana d’Europa prende finalmente i binari della concretezza – commenta l’assessore regionale lombardo Fabio Rolfi – Un’ottima notizia per Brescia. Dopo tanti anni di promesse un passo in avanti verso la bonifica. Grazie ai parlamentari di centrodestra si recuperano le risorse mancanti e si creano le condizioni affinché si possa concretamente procedere verso il raggiungimento del risultato. Ancora una volta il centrodestra bresciano dimostra pragmatismo. Lo ha fatto in Regione con la collaborazione che ha portato alla nomina del commissario Nova e lo fa a Roma con l’impegno a trovare risorse in favore della città. Ringrazio Simona Bordonali e tutti i parlamentari bresciani che hanno sostenuto l’iniziativa. La maggioranza di centrodestra è riuscita in pochi mesi a dare una risposta che Brescia attendeva da tempo”.

>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome