🟢 Fondo Aiuta Ucraina: 121mila euro per sostenere chi è fuggito dalla guerra

La Fondazione della Comunità Bresciana ha riunito negli scorsi mesi un tavolo di coordinamento con diverse realtà coinvolte

0
Bandiera Ucraina, elaborazione BsNews.it su immagine Pixabay

Con lo scoppio del conflitto in Ucraina il 24 Febbraio 2022 e conseguente arrivo sul territorio della provincia di Brescia di numerosi rifugiati di guerra proveniente dai territori invasi, la Fondazione della Comunità Bresciana ha riunito negli scorsi mesi un tavolo di coordinamento con le seguenti realtà coinvolte: Associazione Artigiani, Associazione Comuni Bresciani, Apindustria Confapi Brescia, Caritas Diocesana di Brescia, Comune di Brescia, Confartigianato Imprese Brescia e Lombardia Orientale, Confcooperative Brescia, CNA Brescia – Confederazione Nazionale dell’Artigianato e della Piccola e Media Impresa, Confindustria Brescia, Forum del Terzo Settore e Provincia di Brescia.

Il Tavolo di coordinamento ha deciso di destinare l’ultima tranche dei fondi disponibili della raccolta Brescia aiuta Ucraina (121.800 euro) per il finanziamento delle seguenti linee operative:

1.   Sostegno ad associazioni che supportano:

– famiglie/rifugiati ucraini giunti sul territorio a seguito del conflitto per incentivare l’autonomia abitativa,

– famiglie che ospitano famiglie/rifugiati ucraini;

2.   attività socializzanti in particolar modo per i minori (sport, teatro, musica…);

3.   sostegno psicologico per minori e adulti;

4.   corsi di lingua italiana;

5.   corsi di sostegno al riallineamento scolastico per gli studenti rifugiati di guerra.

Le risorse disponibili per questa linea di finanziamento sono messe a disposizione grazie ai Donatori del Fondo Brescia Aiuta Ucraina e da risorse di Fondazione Cariplo.

Gli enti e i progetti sostenuti, attraverso contributi pari a 121.800€ complessivi, sono i seguenti:

1.     Scuola dell’Infanzia Madre Annunciata Cocchetti. Sostegno economico alle famiglie per l’inserimento dei minori nella scuola e contributo alle spese scolastiche.

2.     Associazione ADL Zavidovici Onlus. Sostegno di circa 100 nuclei familiari in fuga dalla guerra per il supporto in acquisto a beni alimentari e vestiario e per il pagamento delle bollette. Attivato inoltre un corso di italiano per adulti.

3.     Fondazione Alma Tovini Domus. Implementazione delle attività rivolte a 5 bambini ucraini attualmente frequentati l’Istituto Cesare Arici di Brescia (di cui la Fondazione è ente gestore) giunti in Italia a causa della guerra. Tutoraggio, corsi di italiano, corsi di informatica.

4.     Parrocchia S. Angela Merici. Contributo economico alla famiglia ucraina ospitata presso l’appartamento della parrocchia. Sostegno per le spese universitarie e scolastiche dei figli.

5.     Auser Volontariato Brescia Odv. Attività socializzanti e creative: corso di teatro, di musica e di arte visiva, realizzate con la collaborazione di una associazione di volontarie ucraine. Creazione di materiale didattico ed acquisto di attrezzatura per poter ampliare l’offerta di corsi di italiano. Sostegno di 40 individui nel percorso di integrazione scolastica abitativa e lavorativa.

6.     Progetto Accoglienza & Integrazione – Società Cooperativa Sociale. Supporto economico alle famiglie che ospitano nuclei famigliari ucraini. Supporto per ricerca lavoro e ricerca abitazione, rivolto agli stessi nuclei. Supporto psicologico rivolto a tutti i profughi e in particolare ai minori. Supporto tramite mediazione culturale, per affiancare interventi psicologici e visite, colloqui scolastici. Supporto di assistenza domiciliare per minori.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome