La scelta delle feste di fine anno è Sanremo: Capodanno spumeggiante con Irene Grandi

Una città coinvolta in un clima speciale in attesa del Festival della Canzone

0
Accensione albero Sanremo 11Dic2022, foto da More News

La città di Sanremo si prepara alle feste di fine anno, in un dicembre iniziato con il ponte dell’Immacolata tra appuntamenti per i più piccoli ma non solo, con il clou fissato per il 31 dicembre, quando ci sarà il concerto di Irene Grandi.

“Si torna al vero Capodanno pre pandemia – ha commentato l’Assessore al Turismo, Giuseppe Faraldi – e, oltre al concerto del 31 dicembre torneremo a proporre lo spettacolo dei fuochi d’artificio. Chi vive a Sanremo o viene nella nostra città, troverà però anche molte attività soprattutto per i bambini. Si svolgono nel pieno centro, dove troviamo mini concerti che allieteranno le giornate di festa di tutti. Sono davvero curioso di capire come verranno apprezzate le manifestazioni coinvolgenti, come quella del 18 dicembre a Villa Ormond. Una serie di appuntamenti ‘a tema’ che proporrà una cosa nuova per tutti”.

Anche quest’anno la città è vestita a festa con tante luci, ma anche una grande attenzione al discorso energetico: “Si abbiamo lavorato per evitare gli sprechi, anche se a Sanremo non abbiamo notato grosse polemiche in merito. Non dimentichiamo che le luminarie serviranno anche durante il Festival e la città sente il bisogno delle luci in questi due periodi dell’anno, per accogliere turisti e addetti ai lavori. Avere una città ‘spenta’ sarebbe stata una scelta sbagliata. Noi, da subito, abbiamo comunicato il messaggio delle illuminazioni a led e quindi a risparmio energetico, senza dimenticare una riduzione degli orari”.

Sanremo è anche Casinò, che sta dando ottime soddisfazioni e sarà sicuramente così anche nelle feste: “Il risultato della casa da gioco è sotto gli occhi di tutti e il Cda ha lavorato sempre molto bene. Ma il risultato è sicuramente lo specchio della città, perché se le sale sono piene lo si deve ai turisti che arrivano”.

Feste di fine anno ma anche mirino puntato sul Festival, che ambisce ad essere almeno come quello del 2020, l’ultimo pre pandemia, se non meglio: “Certo, ricalcherà quello di tre anni fa, ma cercheremo insieme alla Rai di fare meglio. Qualcosa si è già visto con ‘Sanremo Giovani’ e l’attenzione e il fermento per il Festival si vede già oggi. Sarà una kermesse canora che si vivrà molto anche all’esterno e sarà bello poter venire a Sanremo, non solo entrando all’Ariston. Questa è la nostra missione per coinvolgere la città e chiunque viene per il Festival”.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome