Polizia provinciale, inaugurato il nuovo distaccamento di Pontevico | LE IMMAGINI

La sede di Pontevico - informa una nota - rappresenta un presidio strategico e molto importante per l’attività della Polizia Provinciale, in particolare per le attività del servizio ittico venatorio. La maggior parte delle operazioni di contenimento della fauna nociva, in particolare piccioni, nutrie e corvidi e di recupero e soccorso della fauna ferita e in difficoltà si svolge, infatti, nella pianura bresciana

0
Distaccamento di Polizia provinciale di Pontevico, foto da Provincia

È stato inaugurato nelle scorse ore, alla presenza del Presidente e del Vicepresidente della Provincia di Brescia, oltre che dei Sindaci e dei rappresentanti delle Forze dell’Ordine del territorio, il distaccamento di Pontevico della Polizia Provinciale di Brescia.

La sede di Pontevico – informa una nota – rappresenta un presidio strategico e molto importante per l’attività della Polizia Provinciale, in particolare per le attività del servizio ittico venatorio. La maggior parte delle operazioni di contenimento della fauna nociva, in particolare piccioni, nutrie e corvidi e di recupero e soccorso della fauna ferita e in difficoltà si svolge, infatti, nella pianura bresciana: il distaccamento di Pontevico sarà quindi un valido punto di riferimento per i Sindaci che quotidianamente si trovano ad affrontare problematiche legate alla presenza di animali selvatici nei loro Comuni.

La Provincia ricorda che nella Bassa Bresciana sono inoltre presenti Zone di Tutela, Zone di Ripopolamento e Cattura (ZRC), Zone di Rifugio e Ambientamento (ZRA) e Oasi di Protezione, dove vengono effettuati i censimenti e le catture di lepri a scopo di ripopolamento. Il distaccamento di Pontevico può accogliere fino a 6 agenti; nella fase iniziale di apertura sarà presente una pattuglia del Nucleo Ittico Venatorio e una del Nucleo Stradale/Ambientale.

POLIZIA PROVINCIALE: STRUTTURA E FUNZIONI

  • Il Corpo di Polizia Provinciale è stato costituita nell’anno 2000 incorporando l’allora servizio di Vigilanza ittico venatorio (guardiacaccia). Le competenze svolte sono riconducibili alle Funzioni fondamentali, proprie dell’Ente Provincia, e quelle delegate dalla Regione e precisamente il controllo ittico venatorio, ambientale, stradale ed amministrativo, nel territorio di propria competenza.

La Polizia Provinciale di Brescia si avvale di 76 dipendenti (9 ufficiali, 57 agenti, 10 amministrativi), suddivisi in 4 Nuclei (Ittico-Venatorio, con 29 agenti e 3 ufficiali, Ambientale, con 6 agenti e 2 ufficiali, Amministrativo, con 4 agenti e 1 ufficiale, e Stradale, con 18 agenti e 3 ufficiali).

Il territorio della provincia è suddiviso operativamente in 3 macroaree, ognuna delle quali ha come responsabile un commissario che coordina le attività degli agenti assegnati e l’attività operativa. Presso il Comando di Brescia vi è un ufficio centrale dove operano agenti che hanno  funzione di collegamento fra le Macroaree e il Comando centrale e rispondono direttamente all’utenza che si rivolge presso il Comando per problemi o quesiti di competenza, in particolare l’ufficio verbali/contenzioso e l’ufficio che si occupa del soccorso e recupero della fauna selvatica ferita o in difficoltà e del contenimento della fauna selvatica o rinselvatichita come, i cinghiali, i piccioni, i corvidi e le nutrie. Tale coordinamento è uno strumento indispensabile, oltre che per essere più presenti e incisivi in questa attività, anche per organizzare e gestire l’attività delle 120 guardie volontarie ittico venatorie della Provincia (GVP) e delle Associazioni piscatorie, venatorie ed ambientali (GVA).

LE ATTIVITÀ DELLA POLIZIA PROVINCIALE NEL 2022

 

Attività del Nucleo Ittico Venatorio

Il Nucleo Ittico Venatorio si occupa prioritariamente della vigilanza ittico venatoria con particolare attenzione alla lotta al bracconaggio. Il Nuceo IV si occupa anche dei censimenti degli ungulati, della lepre e della selvaggina da penna, effettuati nell’arco dell’anno in collaborazione con il Settore Caccia della Regione, la cui rilevanza è di estrema importanza poiché da essa derivano i piani di abbattimento delle varie specie di fauna, le catture delle lepri all’interno delle zone protette e la successiva immissione a scopo di ripopolamento sul territorio libero. Sempre più richiesta ed apprezzata è l’attività di recupero di animali selvatici feriti o in difficoltà svolta dalla Polizia Provinciale, su delega della Regione, 24 ore su 24: un punto di riferimento per cittadini ed istituzioni. La fauna soccorsa e recuperata viene conferita presso i centri recupero animali selvatici (C.R.A.S.) della riserva W.W.F. di Valpredina e Paspardo, dove la Polizia provinciale nell’ultimo anno ha consegnato n° 1800 esemplari di fauna di cui rapaci, ungulati, volpi, tassi, faine e piccola avifauna, per la cura riabilitativa mirante alla successiva liberazione in natura, garantendo la tutela del patrimonio faunistico e la sicurezza dei cittadini.

Altrettanto significativo è il controllo/contenimento della fauna selvatica/rinselvatichita a tutela del patrimonio faunistico, zootecnico alle colture agricole ai monumenti storici e per motivi igienico sanitari e di Ordine Pubblico, che è stato attuato a fronte di centinaia di richieste da parte di agricoltori e istituzioni soprattutto sui piccioni, corvidi, cinghiali e nutrie nel rispetto dei rispettivi Piani di contenimento Nazionali, Regionali e Provinciali.

Un ulteriore importante servizio delegato dalla Regione è il rilevamento ed il posizionamento in mappa degli appostamenti fissi di caccia al fine del rilascio dell’autorizzazione nel rispetto della specifica normativa.

La pesca nella nostra provincia, in particolare nei laghi dove sono ancora presenti circa 70 pescatori di professione che svolgono quotidianamente la loro attività, è controllata da ufficiali ed agenti con l’ausilio di motovedette e GV, così come i recuperi ittici in caso di asciutte o le semine di pesci a scopo di ripopolamento (il coregone, il luccio, la trota, i ciprinidi e l’endemico pregiatissimo carpione per il quale vi è un progetto di tutela a livello europeo).

L’attività operativa svolta, nel 2022 è la seguente:

– per l’attività venatoria, sono stati effettuati 63 accertamenti di natura penale e 226 contestazioni amministrative, con conseguente sequestro di fucili, fonofil, trappole sep, lacci in acciaio, reti per uccellagione   gabbie trappola ed esemplari di fauna;

– per l’attività piscatoria, sono stati elevati 200 verbali amministrativi;

– sono stati posti sotto sequestro attrezzi professionali (reti da pesca professionali) e attrezzi dilettantistici vietati (reti bilancia, guade, fiocine e fucili subacquei e pesci di specie diverse).

Le 110 guardie volontarie della Provincia e delle associazioni venatorie e piscatorie hanno continuato la loro collaborazione con serietà e professionalità coordinandosi nel rispetto del regolamento: a tal proposito sono stati emessi 2402 ordini di servizio che hanno contribuito ad un ancor più efficace e capillare controllo della fauna e del territorio naturale.

Di grande valore è infine l’attività didattica che, nonostante la pandemia, nel 2022 ha visto impegnati gli agenti della Provinciale nelle scuole, negli oratori e Associazioni varie, ottenendo grande interesse tra gli alunni e gli insegnanti. Il Nucleo ittico venatorio oltre ad occuparsi di temi riguardanti l’ambiente, il recupero di animali feriti, le semine ittiche, il tutto finalizzato al radicare le specie autoctone e ridurre quelle alloctone e le altre attività ordinarie sopraelencate, ha collaborato in servizi istituzionali, di rappresentanza dell’Ente e di ordine pubblico.

Attività del Nucleo Ambientale

Il Nucleo Ambientale si occupa in via principale della verifica delle attività industriali a cui sia stata rilasciata una autorizzazione dall’ufficio Ambiente della Provincia. L’attività può essere di iniziativa o delegata dalla locale Procura della Repubblica. Sempre in capo all’ufficio ricade la verbalizzazione di tutti gli illeciti amministrativi per la violazione di qualsiasi fattispecie ambientale riscontrata dai preposti uffici.

Attività del Nucleo Amministrativo

L’attività di questo nucleo si sviluppa in via principale nel controllo delle attività di autoscuola (afferenti al Settore Motorizzazione dell’Ente) e alle attività turistico/alberghiere (in capo al Settore Turismo). Lo stesso ufficio si occupa della verbalizzazione degli illeciti amministrativi riscontrati nel corso degli accertamenti: nel 2022 sono state 352 le violazioni per mancate comunicazioni obbligatorie.

Attività del Nucleo Stradale

Si occupa di gestire le apparecchiature fisse per la rilevazione delle infrazioni alla circolazione stradale (autovelox e tutor) e del servizio di viabilità e controllo delle violazioni al Codice della Strada, accertando nel 2022 n. 416.550 infrazioni per eccesso di velocità, assicurazione del veicolo e mancata comunicazione specifici dati. Il nucleo si fa carico dell’esecuzione delle ordinanze in materia di Ordine Pubblico e di collaborare con le Istituzioni (Questura e Prefettura) qualora sia richiesta la presenza di operatori del Corpo.

Collabora con i Comuni per la viabilità in occasione di grandi manifestazioni.

LE ATTIVITÀ SPECIALI

Servizio di Soccorso sulle piste da sci di Temù

La Polizia Provinciale di Brescia, oltre alle consuete attività di sorveglianza ittico-venatoria e di controllo stradale, durante la stagione invernale effettua il servizio di soccorso sciistico sulle piste del Comprensorio Ponte di Legno – Tonale – Temù. I cinque agenti impegnati in questa attività si avvalgono di una motoslitta corredata di toboga: nella stagione sciistica 2021-2022 sono stati 26 gli interventi di soccorso agli infortunati e 3 gli interventi con eliambulanza.

Unità Cinofila Antiveleno

Regione Lombardia, partner del progetto LIFE WolfAlps EU, ha accolto la disponibilità e l’interesse da parte della Provincia di Brescia a collaborare al progetto nel suo complesso e, in particolare, a sviluppare le azioni di antibracconaggio attraverso la formazione di un nucleo cinofilo antiveleno: è nata così l’UCA della Polizia Provinciale di Brescia. L’Unità si compone di un addetto alla vigilanza ittico-venatoria – il conduttore – e di Sole, il cane di razza Drahthaar (cane da ferma tedesco a pelo duro), addestrato per la ricerca di esche e bocconi avvelenati. A completare l’UCA, un pick-up attrezzato per il trasporto canino.

Orsi e lupi: presenze stabili e monitorate

L’evidenza della presenza di esemplari di lupo e di orso ha avuto, nel tempo, numerosi riscontri da parte degli agenti della Polizia Provinciale che hanno proceduto, in svariate occasioni, al prelievo di reperti biologici, raccolta di immagini immortalate dalle fototrappole, rilievi di impronte e sopralluoghi su segnalazione dove la presenza ed il passaggio del lupo o dell’orso ha lasciato tracce evidenti ed inequivocabili.

Servizio di sorveglianza sui Laghi

Gli agenti della Provinciale sono impegnati anche in attività di sicurezza sui laghi. Per l’attività di sorveglianza del Lago d’Iseo viene utilizzata una pilotina di servizio, ormeggiata presso il Porto Goen di Pisogne. I 9 operatori incaricati hanno effettuato 19 servizi, svolti nelle giornate di sabato e domenica, effettuando 27 controlli su natanti o imbarcazioni e comminando 4 sanzioni per inosservanza delle norme della navigazione. Sono stati 8 gli interventi riguardanti l’assistenza a natanti in difficoltà durante il rientro in porto a causa del maltempo, oltre alle attività di pattugliamento delle acque per verificare il rispetto delle ordinanze di divieto in occasione di alcune manifestazioni. La Provincia di Brescia ha predisposto la formazione di ulteriori operatori per il conseguimento di nuove patenti nautiche al fine di implementare il controllo e la vigilanza sul Lago d’Iseo, anche alla luce della decisione della Provincia di Bergamo di non rinnovare la convenzione per l’espletamento del servizio di vigilanza sul Sebino.

Sul Lago di Garda sono stati 3 i servizi della Provinciale, in occasione della manifestazione “Garda Air Show”.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome