Dakar Classic 2023, riparte la sfida della Squadra Corse Angelo Caffi

Dopo quattro giorni di stop per un inconveniente tecnico, Luciano Carcheri e Giovanni Bernacchini sono riusciti nell’epica impresa di rimettere in moto l’Isuzu Vehicross #721. Li aspetta la seconda settimana di gara

0
Foto da squadra corse Angelo Caffi

Se la Dakar 2023 si è dimostrata una delle edizioni più dure ed imprevedibili degli ultimi anni così è stato anche per la Squadra Corse Angelo Caffi di Brescia, che dopo quattro giorni di stop si appresta a riprendere le piste dell’Arabia Saudita con Luciano Carcheri, Giovanni Bernacchini e l’Isuzu Vehicross #721 iscritto nell’evento Classic.

Quanto accaduto negli ultimi giorni ha il sapore dell’impresa, della passione e della filosofia secondo cui non bisogna arrendersi mai. Dopo un problema tecnico evidenziatosi nella tappa dello scorso 4 gennaio, Carcheri e Bernacchini hanno dovuto fermarsi forzatamente e lavorare giorno e notte per rimettere in sesto la loro vettura.

In un primo momento sembrava che il danno potesse essere riparato in poche ore, ma dopo aver ispezionato il motore si è resa necessaria una sostituzione del propulsore. L’equipaggio della Squadra Corse Angelo Caffi, che ha scelto di occuparsi direttamente degli interventi di riparazione e meccanica durante la maratona, ha così affrontato un viaggio di oltre 800 chilometri per acquistare i pezzi necessari e concludere la riparazione in tempo per poter riprendere la corsa nella seconda settimana.

Dopo notti insonni e un’ultima parte del lavoro epica passata in officina per installare il nuovo motore ed adattarlo alle caratteristiche dell’Isuzu Vehicross, l’equipaggio ha così confermato la possibilità di ripartire ed ha raggiunto la carovana ferma nel suo giorno di riposo al bivacco di Rihad.

“È stata una vera avventura – ha commentato Carcheri appena giunto al bivacco – ma siamo di nuovo qui, pronti ad affrontare la seconda settimana. Ci aspettano sei giorni intensi, con cinque tappe competitive e tante dune. Ovviamente il nostro obiettivo è cambiato, avendo saltato diverse tappe rientreremo in gara con una penalità piuttosto importante che verosimilmente non ci consentirà di tornare ai piani alti della classifica, ma vogliamo a tutti i costi raggiungere il traguardo di Dammam e faremo tutto il possibile per riuscirci ed onorare il nostro impegno in questa edizione davvero tosta”.

La tappa di domani | 10 gennaio 2023
Lunghezza totale: 633km
Lunghezza prove: 233km
Partenza: Riyhad
Arrivo: Haradh
Descrizione: È la tappa con il chilometraggio più alto, quasi 650 chilometri che metteranno a dura prova uomini e mezzi. La parte competitiva sarà composta di 3 prove di regolarità, l’ultima molto lunga con due controlli timbro all’interno. Il terreno è piuttosto lineare, ma come sempre non va sottovalutato.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome