Desenzano, parcheggio della biblioteca a pagamento: gli studenti protestano

Gli studenti desenzanesi non ci stanno ed esprimono un chiaro dissenso contro l’istituzione della sosta a pagamento nell'area attigua alla biblioteca di Villa Brunati a Rivoltella

0
Leonardo Dibiase Prati e Michele Peruzzi, studenti che guidano la protesta -

Gli studenti desenzanesi non ci stanno ed esprimono un chiaro dissenso nei confronti della delibera, recentemente approvata dall’amministrazione comunale di Desenzano, che sancisce l’istituzione della sosta a pagamento nell’area attigua alla biblioteca di Villa Brunati a Rivoltella.

L’area, come le altre nove istituite con la nuova delibera, era finora gratuita. La decisione andrebbe –  secondo quanto fanno sapere in una nota inviata alla stampa Leonardo Dibiase Prati, studente di giurisprudenza, e Michele Peruzzi, studente magistrale in neuroscienze – a penalizzare in special modo i numerosi giovani che ogni giorno frequentano la biblioteca di Villa Brunati. Da quanto si apprende gli studenti contrari al parcheggio a pagamento avrebbero lanciato on-line una petizione che in pochi giorni ha  superato le 500 firme, “sintomo questo – scrivono i due rappresentanti della protesta – di un tema fortemente sentito poiché minaccia seriamente di recare danni alla vitalità della biblioteca”. “Come studenti non siamo contrari all’istituzione di nuove aree di sosta a pagamento che portino introiti da reinvestire in servizi ed opere per la comunità. Probabilmente, però, l’amministrazione comunale nel prendere questa decisione non ha considerato il numero di studenti che utilizzano il parcheggio per accedere alle aule studio e di conseguenza non ha ritenuto opportuno interpellarci”. Gli studenti si troveranno ora di fronte alla possibilità di pagare il parcheggio o rinunciare alla fruizione degli spazi offerti dalla biblioteca, unico spazio di studio pubblico disponibile a Desenzano. Per tale ragione chiedono a gran voce un confronto Per trovare una soluzione: “Se servono soldi – sostengono – si possono trovare in altro modo, non a scapito di chi non lavora e sta investendo attraverso lo studio nel suo futuro e nel futuro della collettività. Attendiamo fiduciosi una risposta rapida dall’amministrazione comunale”.


>>> Clicca qui e ricevi direttamente sul cellulare le news più importanti di Brescia e provincia e le informazioni di servizio (incidenti, allerte sanitarie, traffico e altre informazioni utili) iscrivendoti al nostro canale Telegram <<<

>>> Clicca qui e iscriviti alla nostra newsletter: ogni giorno, dalle 4 di mattina, una e-mail con le ultime notizie pubblicate su Brescia e provincia <<<

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome