Millenium torna alla vittoria surclassando Caserta

Con Prandi ko spazio a Dall’ara che gestisce bene il gioco. Saccomani top scorer (50% in attacco e 3 muri) e Baldi miss ace mettono alle corde una Volalto non rodata.

1

Dopo un passo falso Millenium torna alla vittoria. Brescia è costretta a rinunciare all’ultimo minuto a Prandi, colpita da influenza, al suo posto la bergamasca Dall’ara, che ha un buon impatto sulla gara. Caserta torna a poter schierare Pascucci e sfoggia il neo acquisto americano Crittenden, per la prima volta in questo campionato. Il muro e il servizio del Millenium scavano il solco e regalano i 3 punti alle ospiti che salgono al sesto posto.

Brescia parte con Dall’ara in palleggio opposta a Baldi, Saccomani e Viganò in banda, Lapi e Martinelli al centro, Portalupi libero. Caserta opta per Agrifoglio in cabina di regia in diagonale con Pascucci, in banda Astarita e Crittenden, Strobbe e Boriassi al centro, Cecchetto libero.

Inizio gara contratto per entrambe le formazioni, la prima prova di fuga è ad opera delle locali 5-2, ma Brescia infila un contro-parziale di 0-5, costringendo il coach casertano al time-out. Brescia continua a difendersi bene e con il muro e il servizio si avvantaggia 12-15, e altro tempo per mister Bonafede, che sul 13-19 inserisce il secondo palleggio Avenia per Agrifoglio insieme al secondo libero per dare più solidità alla seconda linea. Stessa mossa per Mazzola che lancia Zampedri nella mischia (16-21), e la qualità del gioco migliora ulteriormente con Lapi a segnare il 17-23. Portalupi fa i miracoli in difesa e Baldi chiude 19-25.

Nel secondo set ecco Mio Bertolo per Strobbe fra le volaltine. Brescia però continua a viaggiare spedita grazie a una buona battuta e la panchina locale ricorre ancora al tempo discrezionale sul 6-12. Le laziali Saccomani e Martinelli si fanno sentire ma Caserta prova la rimonta portandosi a -3 e Mazzola chiama il tempo discrezionale per riportare ordine fra le sue, impegnate a respingere le folate offensive delle campane che sull’errore di Martinelli si portano 18 pari. Dentro Mazzoleni su Dall’ara per alzare il muro con Zampedri in seconda linea, mossa vincente perché Viganò mette a terra il 18-21 con un bel diagonale. Brescia lotta palla su palla e Saccomani pesca il mani-out del 20-24. Caserta annulla due set-ball e Millenium chiama il tempo. Al 23-24 dentro Garavaglia su Baldi ma è Lapi a trovare il primo tempo del 23-25.

Baldi è indiavolata dalla linea dei 9 metri (7 ace totali per lei che tagliano come un coltello nel burro la ricezione campana) e consente alle lombarde di allungare 2-5 nel secondo frangente. Il muro di Baldi e le staffilate di Viganò doppiano le avversarie 6-12. Due ace consecutivi di Dall’ara portano al cambio di Astarita con Aquino ma il punteggio resta 7-14. Millenium però ci infila qualche errore di troppo e le casertane rientrano 12-15. Un muro di Martinelli al termine di un’azione maratona e una parallela di Saccomani allontanano le locali (12-18) e Bonafede si gioca tutte le sue carte inserendo Bartesaghi per Pascucci. Dentro Garavaglia per Dall’ara, cambio che si chiude subito dopo (13-20). Fuori anche Crittenden per Barone, ancora dentro Zampedri su Saccomani. Brescia non traballa e chiude 18-25 guadagnando 3 punti decisivi verso la salvezza.

Millenium Brescia: Baldi 13, Garavaglia, Viganò 11, Portalupi (L), Saccomani 15, Martinelli 9, Zampedri, Mazzoleni, Dall’ara 3, Lapi 4. A disposizione: Dall’acqua, Biava, Prandi.
Battute vincenti 11, Battute sbagliate 12, Muri: 8, Ricezione: 60% (24%).

Volalto Caserta: Boriassi 1, Avenia, Aquino 1, Cecchetto (L), Strobbe 11, Astarita 3, Agrifoglio 0, Barone, Crittenden 12, Pascucci 2, Bartesaghi 1, Mio Bertolo 6.
Battute vincenti 13, Battute sbagliate 13, Muri: 6, Ricezione: 37% (13%).

 

Comments

comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY