Desenzano, colpo di scena: Dina Saottini si candida a sindaco col Psi

Dopo aver posto fine all'alleanza con Alessandro Bigi di Viva Desenzano, l'imprenditrice ha annunciato la candidatura a sindaco con il Pd

0
Dina Saottini con il segretario del Psi Lorenzo Cinquepalmi, foto da Facebook
Dina Saottini con il segretario del Psi Lorenzo Cinquepalmi, foto da Facebook

Desenzano continua a stupire. In vista delle elezioni comunali, infatti, nel Comune gardesano si registra l’ennesimo colpo di scena elettorale. Dopo aver posto fine all’alleanza con Alessandro Bigi di Viva Desenzano, infatti, l’imprenditrice Dina Saottini ha annunciato la candidatura a sindaco con il Pd. L’annuncio ufficiale è arrivato stamane, al Caffè dell’Interdetto in piazza Malvezzi, alla presenza dell’ex sindaco Pier Giuseppe Ramella e del segretario provinciale Lorenzo Cinquepalmi.

L’ANNUNCIO

“È una proposta laica, di progresso e non conformista, libera dai pregiudizi e dalla pigrizia che hanno progressivamente soffocato lo sviluppo di Desenzano – si legge in una nota del Psi di Brescia – Una proposta che vuole superare la sterilità della politica desenzanese, l’ordinarietà delle amministrazioni degli ultimi anni, con l’impegno di abbandonare la mentalità dell’amministrazione di condominio per un rilancio vero della vocazione imprenditoriale e turistica della città”.

I CANDIDATI SINDACI

Con Dina Saottini a Desenzano i candidati sindaci sono diventati sei: Guido Malinverno (Forza Italia, Lega, Fratelli d’Italia, Desenzano Civica e Idee in Comune), Valentino Righetti (Partito Democratico, Città Futura, Righetti per Desenzano), Andrea Spiller (Movimento 5 Stelle), Alessandro Bigi (Fare e Viva Desenzano) e Sergio Parolini (Desenzano Popolare).

Dina Saottini, foto da Facebook
Dina Saottini, foto da Facebook

Comments

comments

LEAVE A REPLY