Basket Brescia, Marcus Landry rinnova per due anni con la Leonessa

Marcus Landry ha rinnovato il proprio contratto con il Basket Brescia per altri due anni

0
Marcus Landry - foto da ufficio stampa
Marcus Landry - foto da ufficio stampa

Germani Basket Brescia è lieta di annunciare il rinnovo del contratto di Marcus Landry, l’ala statunitense che lo scorso anno ha ottenuto il riconoscimento di MVP del campionato italiano indossando con grande profitto la maglia della Leonessa.

Landry, capocannoniere della regular season con 19.6 punti di media a partita (50% nel tiro da due, 40.1% nel tiro da tre e 80.6% ai tiri liberi) con all’attivo anche 4.6 rimbalzi, 1.5 assist e 17.2 di valutazione media a partita, ha firmato un contratto che lo legherà al club bresciano per altri due anni.

Nel constatare con orgoglio come da quasi 10 anni l’MVP del campionato italiano non fosse rimasto a giocare nella squadra con cui aveva ottenuto il prestigioso riconoscimento (l’ultimo era stato Terrell McIntyre, play statunitense della Montepaschi Siena nel 2009), il Basket Brescia Leonessa – oltre a ringraziare il giocatore statunitense e i suoi Agenti Dario Santrolli e Marco Ridolfi – intende formulare un sentito ringraziamento alla dottoressa Anna Lazzari, titolare dell’azienda L&L, per il contributo dato affinché la trattativa per il rinnovo di Marcus Landry potesse chiudersi in maniera positiva.

Dopo quello di Luca Vitali, il rinnovo di Marcus Landry costituisce un nuovo importante tassello nella nuova stagione che di fatto è già iniziata e rappresenta un messaggio di grande impatto nell’ambito del progetto del Basket Brescia Leonessa.

LA SCHEDA – Nato a Milwaukee il 1° novembre 1985, Landry è un prodotto dell’University of Wisconsin, dove gioca 4 anni superando i 1.000 punti a referto e i 500 rimbalzi ed entrando nelle migliori classifiche di rendimento anche per rimbalzi offensivi e stoppate.

Senza essere stato scelto al draft del 2009, a settembre viene firmato dai New York Knicks, che nel febbraio del 2010 lo girano ai Boston Celtics assieme a Nate Robinson nella trade che porta Eddie House, Bill Walker e l’ex bresciano J.R. Giddens nella Grande Mela. Dopo aver chiuso la stagione in D-League ai Maine Red Claws, nel settembre del 2010 raggiunge il fratello Carl a Sacramento, terminando però la stagione ai Reno Bighorns, squadra della D-League affiliata ai Kings.

Nel 2011 inizia la sua carriera europea, prima con il BCM Gravelines in Francia, poi con un contratto a gettone a Manresa, in Spagna. Nel dicembre 2011 firma con i Phoenix Suns ma viene rilasciato prima dell’inizio della stagione del famoso lockout. Nel luglio del 2012 gioca in Cina con gli Shanghai Sharks, poi a novembre torna a indossare la maglia dei Reno Bighorns, in una stagione che gli vale la convocazione all’All Star Game della D-League.

Selezionato dai Los Angeles Lakers a settembre 2013, Landry gioca alcune partite della preseason ma a dicembre torna in Europa, firmando un contratto con il Cajasol Siviglia (24 partite, 12.4 punti e 3.4 rimbalzi di media). L’ottimo rendimento con la squadra andalusa gli vale la chiamata del CAI Saragozza, con cui colleziona una stagione da 34 partite, 10.4 punti, 3.8 rimbalzi di media e il decimo posto tra gli stoppatori dell’ACB.

Nell’agosto del 2015 corona il sogno di giocare nella sua città natale, ma la sua stagione con i Milwaukee Bucks dura solamente fino a ottobre. Due mesi dopo torna in Spagna, indossando questa volta la maglia del RETAbet.es GBC di San Sebastian. Nell’estate del 2016 il suo arrivo in Italia, dove con la maglia della neopromossa Germani Basket Brescia trascorre una stagione eccezionale che gli vale il titolo di capocannoniere e di MVP del campionato.

Comments

comments

LEAVE A REPLY