Dopo marijuana legale arriva la Cannabis terapeutica

Primo via libera della Camera alla proposta di legge, ora si attende il passaggio in Senato. Ecco le principali novità sull'utilizzo medicale della marijuana

0
Primo via libera all'utilizzo della Cannabis per uso teraupeutico, il relatore della proposta è il deputato Alfredo Bazoli di Brescia
Primo via libera all'utilizzo della Cannabis per uso teraupeutico, il relatore della proposta è il deputato Alfredo Bazoli di Brescia

Dopo la cannabis legale, questione che sta facendo discutere Brescia da giorni, arriva la Cannabis terapeutica.  A Brescia come in tutta Italia. Il Parlamento italiano, infatti, ha licenziato oggi con 317 sì, 40 no (Forza Italia e Lega) e 13 astenuti il provvedimento che autorizza l’utilizzo della marijuana per uso medicale e terapeutico.

La decisione – che dovrà comunque passare dal Senato prima di diventare legge – porta la firma di un altro bresciano doc, il deputato Alfredo Bazoli, relatore della proposta di legge che introduce la possibilità per i malati di accedere a medicinali di origine vegetale a base di cannabis, fissando i criteri per la produzione e l’utilizzo.

In nessun caso, comunque, sarà consentita l’autocoltivazione per uso terapeutico, come avviene in altre parti del mondo.

 

 

Cannabis terapeutica, i tre punti cardine della legge

  1. I medici potranno prescrivere medicinali a base di cannabis, con thc oltre i contenuti di legge, per la terapia del dolore e altri impieghi. La ricetta dovrà indicare anche la durata del trattamento.
  2. I farmaci a base di cannabis saranno a carico del Sistema sanitario nazionale se utilizzati per la terapia del dolore. Per altri impieghi avranno comunque l’aliquota Iva al 5 per cento.
  3. La coltivazione della cannabis è affidata allo Stabilimento chimico farmaceutico militare di Firenze. Solo in caso di richieste eccedenti si potrà importare o potrà essere coltivata in altri enti.

 

Comments

comments

LEAVE A REPLY