Luoghi pubblici vietati ai post fascisti, c’è il via libera della Loggia

La delibera di giuntavieta la concessione di spazi pubblici ad associazioni i cui rappresentanti legali non facciano dichiarazione esplicita di adesione ai principi della Costituzione

0
Forza Nuova ha una sede bresciana
Forza Nuova ha una sede bresciana

Via libera, in Loggia, alla delibera di giunta che vieta la concessione di spazi pubblici ad associazioni i cui rappresentanti legali non facciano dichiarazione esplicita di adesione ai principi della Costituzione italiana e non dichiarino di non fare propaganda di ideologie neofasciste, neonaziste, razziste e xenofobe.

Il provvedimento, che sarà discusso in commissione Statuto, segue le polemiche delle ultime settimane sulla concessione di uno spazio pubblico al movimento Ordine Futuro (vicino a Forza Nuova) e agli attacchi subiti dalla consigliera di sinistra per aver avanzato pubblicamente una proposta dello stesso tenore di quella approvata dalla giunta.

In Italia sono diversi i Comuni che hanno adottato provvedimenti come quello di Brescia. Ma non sono mancate le reazioni critiche, come quella di Azione Sociale che ha manifestato (con tanto di bavaglio) fuori dalla Loggia invocando il rispetto dell’articolo 21 della Costituzione italiana. In precedenza – con la stessa linea – si era espresso anche il forzista Fausto Di Mezza.

Laura Castagna manifesta per il rispetto dell'articolo 21, foto da Facebook
manifesta per il rispetto dell’articolo 21, foto da Facebook

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome