ELEZIONI REGIONALI, ECCO LA SCHEDA E COME SI VOTA

Una mini guida alle elezioni regionali del prossimo 4 marzo 2018 in Regione Lombardia: la scheda, i candidati, come si vota, come funziona il sistema elettorale

0
La scheda per le elezioni regionali della Lombardia del prossimo 4 marzo
La scheda per le elezioni regionali della Lombardia del prossimo 4 marzo

Il 4 marzo, in Lombardia, si voterà anche per le elezioni regionali, con l’obiettivo di scegliere il successore di Roberto Maroni alla guida del Pirellone. Ieri, con un’estrazione, in tribunale è stato deciso – con estrazione – l’ordine di comparizione sulla scheda elettorale di candidati alla presidenza e simboli di lista.

LA SCHEDA ELETTORALE

La scheda per le Regionali sarà una sola: il primo nome (in alto a sinistra) è quello del grillino Dario Violi, mentre in basso a detra si trovano Attilio Fontana e le liste che lo sostengono. Giorgio Gori, invece, è in posizione speculare rispetto al candidato del centrodestra (per quanto riguarda le liste, in testa all’elenco dell’aspirante governatore bergamasco, ci sono tutte le sue civiche). Secondo posto nel lato destro della scheda per l’unico candidato bresciano alla presidenza Giulio Arrighini di Grande Nord.

La scheda per le elezioni regionali della Lombardia del prossimo 4 marzo
La scheda per le elezioni regionali della Lombardia del prossimo 4 marzo

IL SISTEMA ELETTORALE

Quello della Lombardia è un sistema proporzionale con premio di maggioranza su turno unico. Il candidato che prende anche un solo voto più degli altri conquista il 55 per cento dei seggi in consiglio (44) che salgono a 48 se il governatore ha superato il 40 per cento. Le liste devono essere presenti in almeno cinque province diverse. La soglia di sbarramento è al 3 per cento per le liste (a meno che il candidato abbia superato il 5 per cento). La ripartizione dei seggi avviene su base provinciale. Qui la legge elettorale completa della Regione Lombardia.

COME SI VOTA

L’elettore può fare una croce sul candidato e una su una lista. La lista può non essere collegata al candidato presidente che si è scelto. Inoltre l’elettore può indicare una preferenza, scrivendo il nome del proprio candidato preferito a fianco della lista che ha barrato. Le preferenze possono diventare due se si scrive il nome di un uomo e di una donna. A questo link l’elenco completo dei candidati in corsa alle prossime elezioni regionali della Lombardia.

Comments

comments

LEAVE A REPLY