Chi ha massacrato Kuma? Taglia di 10mila euro sul colpevole

La padrona, in attesa del responso delle analisi dello Zooprofilattico, ha deciso di sporgere denuncia ai carabinieri per maltrattamenti e uccisione di animale

0
Pastore tedesco, foto d'archivio
Pastore tedesco, foto d'archivio

C’è una taglia di ben 10mila euro sulla persona che – secondo le ipotesi al momento più acccreditate – ha massacrato Kuma, il pastore tedesco del maneggio San Michele di Bassano Bresciano che era sparito da casa lo scorso 24 luglio.

A riportare la notizia è il quotidiano Bresciaoggi di oggi. La padrona, dopo la sparizione dell’animale, si era attivata in ogni modo per ritrovarlo, ma nelle scorse ore ha fatto una triste scoperta: il suo cane si trovava a pochi metri dal maneggio, con il cranio fracassato e coperto dalle sterpaglie. Circostanze che fanno immaginare un’azione violenta, non certo una morte naturale o dovuta a qualche altro animale, e che si sommano alle minacce che la donna ha riferito di aver ricevuto nelle settimane precedenti.

Da qui la decisione della padrona, in attesa del responso delle analisi dello Zooprofilattico, di sporgere denuncia ai carabinieri per maltrattamenti e uccisione di animale. A cui ha fatto seguito, dopo poche ore, l’annuncio dell’Aidaa (Associazione italiana difesa e ambiente), che ha messo 10 mila euro di taglia a chi fornirà informazioni utili (al numero 3479269949) per incastrare e condannare il responsabile dell’uccisione di Kuma.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome