Aggressioni agli autisti dei bus, la Cgil: vietare manifestazioni di Forza Nuova

Con una nota la Camera del lavoro di Brescia chiede alle aziende e alle istituzioni misure efficaci per la sicurezza di chi lavora a contatto con il pubblico

0
Bandiera Cgil
Bandiera Cgil

Con una nota la di Brescia chiede alle aziende e alle istituzioni misure efficaci per la sicurezza di chi lavora a contatto con il pubblico. “In riferimento ai continui episodi di violenza perpetrata nei confronti dei lavoratori pubblici (autisti di autobus, insegnanti, operatori socio-sanitari) – si legge – la Camera del Lavoro di Brescia e le categorie Filt, Flc e FP denunciano da tempo l’assenza di misure efficaci per la sicurezza dei lavoratori e lavoratrici da parte delle aziende e delle amministrazioni. Proprio per questo – continua il comunicato – negli anni scorsi, ci siamo mobilitati per chiedere maggiori tutele per i dipendenti dei trasporti, costituendoci come parte civile nella causa penale tra Ats e l’azienda Sia: il prossimo 26 febbraio è attesa la sentenza di primo grado che ci auguriamo dia disposizioni per risolvere i problemi per la sicurezza degli autisti degli autobus”.

Quindi la Camera del lavoro chiede alle istituzioni di fermare le manifestazioni di movimenti di estrema destra sulla questione: “Coloro che operano a stretto contatto con il pubblico ci riferiscono di una situazione sempre più pesante e fuori controllo. Un quadro complicato ulteriormente da chi – come – utilizza strumentalmente alcuni fatti per alimentare un generalizzato clima di rabbia e rancore. Alle istituzioni e alla Prefettura chiediamo di non autorizzare manifestazioni che istigano all’odio e al razzismo e di adoperarsi per trovare soluzioni condivise per la sicurezza dei cittadini e dei lavoratori”.

Forza Nuova, lo ricordiamo, ha indetto una manifestazione a Salò per sabato 23 febbraio – alle 15 nel piazzale della stazione dei di Salò – “in solidarietà ed a difesa di chi è ancora oggi costretto a lavorare in costante situazione di rischio”, in seguito alla “ennesima e grave aggressione avvenuta a Brescia da parte di bulli multietnici di periferia ai danni di autisti di pulmann della tratta Brescia-Gargnano durante lo svolgimento del loro lavoro“.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome