Rovato saluta don Chiari: il monsignore lascia per motivi di salute

Dopo aver guidato per 16 anni la parrocchia del Comune franciacortino il monsignore ha deciso di rinunciare all'incarico per motivi di salute

2

Rovato saluta don Gianmario Chiari: dopo aver guidato per 16 anni la parrocchia del Comune franciacortino (che ha raggiunto i 20mila abitanti), infatti, il monsignore ha deciso di rinunciare all’incarico: troppo gravoso rispetto alle sue attuali condizioni di . Don Mario rimarrà comunque al servizio della comunità come amministatore.

Al suo mandato rovatese sono legate il rilancio dell’oratorio, il recupero della cappella dei disciplini e del tetto della chiesa di Santo Stefano (grazie al contributo della famiglia Streparava) e tanti altri interventi. Don Chiari è stato anche presidente della Casa di riposo Lucini Cantù, oggetto di una tormentata vicenda politica che lo aveva portato anche ad assumere posizioni critiche verso l’amministrazione.

Don Gian Mario Chiari è nato a Cologne il 7 aprile 1945. Ordinato sacerdote a Brescia il 14 giugno 1969. Nel corso della sua attività pastorale ha ricoperto i seguenti incarichi: Vi cario cooperatore al Villaggio Violino dal 1969 al 1974; Vicario cooperatore a Lumezzane
S. Sebastiano dal 1974 al 1980; dal 1980 al 1994 è stato Vice Assistente Diocesano dell’ Cattolica Ragazzi (A.C.R.) e del Movimento Studenti; dal 1994 Parroco di Muratello di Nave.
L’annuncio dell’addio arriva pochi giorni prima l’insediamento del nuovo vescovo di Brescia e il saluto di Monari.
close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

2 Commenti

  1. Peccato che lasci: uno dei pochi e ormai rari preti pragmatici, maturi e non attaccati ai soldi, al potere, e lontani anni luce dai modelli infantili e radicalchic alla monari, mascher, corazzina, ecc…

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome