An, nella penultima di campionato serve un buon risultato

Con due lunghezze di ritardo dall’ultima posizione buona per l’accesso alla Final Eight di Genova, per i biancazzurri, è assolutamente necessario tornare con un buon risultato

0
An pallanuoto Brescia, foto d'archivio
An pallanuoto Brescia, foto d'archivio

Massima concentrazione e carica agonistica a mille per quella che è una tappa cruciale nel cammino di coppa: per la penultima giornata (la tredicesima) del girone A di Champions League, sabato, alle 12, l’An Brescia farà visita al Barceloneta e, con due lunghezze di ritardo dall’ultima posizione buona per l’accesso alla Final Eight di Genova, per i biancazzurri, è assolutamente necessario tornare con un buon risultato. A quota 20 punti, l’An insegue la coppia Jug e Dynamo, appaiata a quota 22 (più su, a 27, proprio il Barceloneta, e poi, in testa al gruppo, l’Olympiacos con 31 punti): con i croati che saranno ospiti di un totalmente privo di motivazioni Partizan, e i russi che riceveranno la capolista Olympiacos (qualificata, sì, alle finali ma non con la certezza del primo posto), ecco dunque che per l’An è di fondamentale importanza muovere la classifica per poi giocarsi il tutto per tutto nell’ultimo turno quando, a Mompiano, arriverà il Waspo Hannover mentre, a Dubrovnik, ci sarà lo scontro diretto Jug-Dynamo. Ma, ora come ora, tutte queste valutazioni rimangono fuori dallo spogliatoio bresciano: dopo la convincente prova contro lo Sport Management, le attenzioni sono solo rivolte ai compiti da svolgere, alle risorse da spendere in una gara che si prospetta molto dura. I catalani non hanno preoccupazioni per la qualificazione ma sono in grande condizione e possono puntare alla prima posizione; a proposito dello stato di forma del team di Chus Martin, oltre a fare corsa a sé in campionato, in Champions l’ultimo passo falso del Barceloneta risale all’8 novembre, quando venne sconfitto proprio a Mompiano. Da lì in avanti si contano due pareggi (a Dubrovnik e in casa con la Dynamo) e poi solo vittorie (sette consecutive).

«La partita di sabato – presenta la sfida, il tecnico dell’An, Sandro Bovo – sarà molto difficile ma per noi è di vitale importanza e dovremo metterci tutto quello che abbiamo in fatto di personalità, tenuta mentale, grinta, spirito di sacrificio, doti tecnico-tattiche. Sono la squadra che è cresciuta di più nel corso del torneo, dopo la sconfitta di Brescia, non hanno più perso e sinceramente provo ammirazione per il loro miglioramento, che è stato sia a livello collettivo, che dei singoli. Però noi abbiamo l’obbligo di far bene e siamo pronti a dare il centodieci per cento pur di portare a casa dei punti».

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome