Arrestata per spaccio, condannata a pagare i danni d’immagine

L'amministrazione comunale di Nave, costituitasi parte civile, aveva inizialmente chiesto un risarcimento di 20 mila euro

0

Dovranno risarcire il comune per danno d’immagine.

Come riportano alcuni media locali, una donna di origini sudamericane di 39 anni, dopo essere stata arrestata e condannata per spaccio di droga, dovrà risarcire, insieme al compagno, il comune di Nave per danno d’immagine, perchè il chiosco nel quale spacciava le era stato affidato in gestione proprio dal comune.

L’amministrazione comunale di Nave, costituitasi parte civile, aveva inizialmente chiesto un risarcimento di 20 mila euro, ma il giudice che ha condannato la donna e il compagno (un bresciano di 52 anni), ha deciso che i due devono versare una somma di 10 mila euro per i danni d’immagine e 3 mila euro per le spese legali e processuali.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome