Lefay di Gargnano, nel 2017 16 premi vinti e 17 milioni di fatturato

I collaboratori sono 164 collaboratori (di cui 68 per cento residenti nel Bresciano) con una crscita di oltre 30 unità rispetto all'anno precedente

1
Il resort Lefay di Gargnano, sul lago di Garda
Il resort Lefay di Gargnano, sul lago di Garda

Oltre 50mila presenze in un solo anno, con 17 milioni e 600mila euro di fatturato (in crescita del 6 per cento rispetto all’anno precedente). E’ questo il bilancio del 2017 del Lefay Resort di Gargnano, uno dei più famosi del Garda e del mondo nel settore luxury.

A questi valori, poi, si aggiungono la presenza di 164 collaboratori (di cui 68 per cento residenti nel Bresciano e con una trentina di assunzioni rispetto al 2016), la compensazione delle Co2 emesse (il centro è a emissioni zero), le due nuove certificazioni ottenute (la certificazione biologica per gli oli extravergine Cuveè e Monocultivar Gargnà e la denominazione IGP per l’olio Toscano) e i 16 premi vinti (tra cui spiccano i riconoscimenti “Miglior SPA al Mondo” e “Miglior SPA d’Europa” conferiti relativamente dai World Boutique Hotel Awards e dagli European Health & SPA Award9). Senza dimenticare i numerosi vip che continuano a scegliere il centro gardesano per le loro vacanze.

Inoltre sono iniziati i lavori per il secondo gioiello della collezione Lefay Resort & SPA Dolomiti, situato nella skiarea di Madonna di Campiglio, a Pinzolo. Con il nuovo progetto, l’azienda entrerà nel segmento delle “Serviced Branded Residences”, che prevede la realizzazione e vendita di residenze di lusso con servizi alberghieri integrati, diventando il primo caso di SPA Destination in Italia ad offrire una soluzione di questo tipo.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome