Fiesse, accoltellò il padre adottivo: confermati 16 anni di carcere

All'origine dell'omicidio una discussione inerente al numero di birre bevute dal 40enne, poi arrestato dai carabinieri di Verolanuova

0

Secondo alcuni si era trattato di una tragedia annunciata. Il 21 maggio 2018 a Fiesse un uomo di 40 anni accoltellò, uccidendolo, il padre adottivo.

All’origine dell’omicidio una discussione inerente al numero di birre bevute dal 40enne, poi arrestato dai di Verolanuova che indagarono sul caso.

La difesa dell’uomo ha sempre sostenuto che l’assistito non fosse in grado di intendere e volere al momento del delitto, ma anche in secondo grado i giudici, pur considerando la seminfermità dell’omicida, hanno confermato la condanna a 16 anni di carcere.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome