Prostituzione, Beccalossi: nessuno sconto per chi tratta donne come schiave

Lo dichiara Viviana Beccalossi, consigliere regionale (Gruppo Misto), commentando l’operazione coordinata dalla Dda di Brescia che ha portato al fermo di otto persone che gestivano un traffico di giovani donne tra Romania e Italia, finalizzata alla prostituzione in strada

0
Prostituzione, foto generica

“Terribile leggere notizie sulla ‘tratta’ di giovani ragazze portate in Italia con l’inganno e costrette a prostituirsi. Ancora più terribile pensare che ai vertici di questa banda di criminali ci fosse una donna. Il reato di riduzione in schiavitù è quanto di peggio si possa immaginare e proprio per questo mi auguro che se le accuse fossero provate la giustizia sia certa e il più severa possibile”.

Lo dichiara Viviana Beccalossi, consigliere regionale (Gruppo Misto), commentando l’operazione coordinata dalla Dda di Brescia che ha portato al fermo di otto persone che gestivano un traffico di giovani donne tra Romania e Italia, finalizzata alla prostituzione in strada.
“Ringrazio gli investigatori e i Carabinieri –conclude Viviana Beccalossi- per aver fatto luce su un episodio gravissimo, che purtroppo conferma che fenomeni come questo siano sempre attuali in un Paese dove ancora troppi considerano la donna come un oggetto da usare e abusare. Proprio per questo, le pene devono essere le massime possibili”.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome