Sfregiò l’ex con l’acido, non sarà adottabile il bambino di Elena Perotti

La ragazza bresciana condannata a 8 anni per aver sfregiato con l'acido l'ex fidanzato William Pezzulo potrebbe riabbracciare suo figlio

1
Elena Perotti
Elena Perotti

La Corte d’Appello di Brescia ha emesso una sentenza di non luogo a provvedere sullo stato di adottabilità del primo figlio della ragazza bresciana che nel settembre 2012 sfregiò con l’acido l’ex fidanzato. potrà quindi rivedere il bambino di cui era incinta proprio quando avvenne il tragico fatto e che nacque solo un mese dopo l’aggressione.

Dalle ricostruzioni della vicenda era infatti emersa la natura vendicativa dell’azione, che fu operativamente compiuta da un amico della ragazza. L’ex fidanzato della giovane, William Pezzullo, pare non volesse riconoscere il bambino che la Perotti ha sempre sostenuto essere suo.

La donna è stata condannata a otto anni per stalking e per le gravi lesioni provocate all’ex fidanzato.

 

Comments

comments

1 COMMENT

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome