A cuore fermo mamma Elisa dona la vita

Per la prima volta agli Spedali Civili è stato eseguito un prelievo multiorgano a cuore fermo, una tipologia di prelievo che richiede abilità clinica e organizzativa di alto livello

0
Elisa Gierotto
Elisa Gierotto

Il suo cuore si è fermato, ma la sua generosità andrà oltre la sua scomparsa.

Alcune persone potranno continuare a vivere grazie alla donazione degli organi di Elisa Gierotto, la mamma di 34 anni che per 9 giorni ha lottato con tutte le sue forze. 

Come riporta il Giornale di Brescia, per la prima volta agli Spedali Civili è stato eseguito un prelievo multiorgano a cuore fermo. Questa tipologia di prelievo richiede abilità cliniche e organizzative di alto livello. Solitamente si interviene prelevando gli organi in assenza di attività cerebrale e quando il cuore batte ancora.

Per eseguire il prelievo è quindi stato necessario ricorrere alla circolazione extracorporea post-mortem al fine di mantenere inalterata la funzionalità degli organi. Fondamentale la collaborazione coordinata di tutti gli specialisti coinvolti.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome