Venerdì arriva Salvini, a BsNews.it aveva detto: mai con i Cinquestelle

Grande attesa, e grandi polemiche, a Brescia per l'arrivo del neoministro degli Interni : appuntamento venerdì in piazza Mercato

1
Matteo Salvini
Matteo Salvini

Grande attesa, e grandi polemiche, a Brescia per l’arrivo del neoministro degli Interni a Brescia. L’appuntamento, come noto, è fissato per le 20.30 di venerdì in piazza Mercato, nell’ambito della festa elettorale organizzata da Paola Vilardi (che si aprirà invece alle 18).

Ma all’annuncio dell’arrivo del leader della il dibattito politico bresciano si è subito scaldato. Non solo per le accuse della Cgil sulla questione immigrati o per lo scontro a distanza con Mario Balotelli, ma anche per il fatto che molti ritengono quanto meno inusuale che un ministro degli Interni (il cui dicastero, tra l’altro, si occupa di garantire il corretto svolgimento delle elezioni) si metta a fare campagna elettorale.

A far discutere, poi, c’è la questione dei rapporti con i Cinquestelle. In Loggia, per ora, nessuno parla di intese tra Vilardi (e la Lega) e il movimento grillino, la cui base militante locale pare guardare con maggiore simpatia al centrosinistra (anche se gli elettori potrebbero stare dall’altra parte). E a complicare il quadro c’è anche l’intervista esclusiva rilasciata a Salvini prima del voto politico di marzo, che ricalca le dichiarazioni rilasciate dall’esponente del Carroccio ai media nazionali.

“Mi impegno a non stravolgere il risultato delle urne. L’unico governo possibile con me è con il Centrodestra. Non farò minestroni, nessuna alleanza con Pd o 5 stelle: per questo è importante ottenere l’autosufficienza per la coalizione”, così aveva dichiarato il leader della Lega a BsNews.it. I fatti, come noto, sono andati in un’altra direzione. Ora si attende di sapere cosa dirà Salvini a Brescia sul punto.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Così disse Salvini prima delle elezioni, ma non raggiunta la autosufficienza ha mollato la coalizione e si è accordato con i pentastellati (e soprattutto con il loro 32% di consensi). La Vilardi è però di Forza Italia. E che il Ministro degli Interni chiuda la campagna elettorale a Brescia dopo essere stato messo in riga durante il voto di fiducia alla Camera proprio dalla bresciana Capogruppo forzista Gelmini, la dice lunga sulla confusione politica che connota lo scenario nazionale e pure quello locale. Sono curioso di sentire il grillino candidato Ghidini. Dove sono i proprietari dei cinquestelle locali, cioè il senatore Vito Crimi e il consigliere regionale Alberti ? Perchè non si fanno sentire ?

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome