Omicidio Bani, il marito latitante in Tunisia: Bazoli scrive ai ministri

L'omicidio di Daniela Bani avvenne a Palazzolo tre anni fa per mano del marito che scappò subito in Tunisia. Bazoli chiede a che punto siano le ricerche.

0
La palazzolese Daniela-Bani con il marito killer Chaanbi Mootaz.jpg
La palazzolese Daniela-Bani con il marito killer Chaanbi Mootaz.jpg

Omicidio Bani, il marito latitante in Tunisia: Bazoli scrive ai ministri. In Italia è stato condannato a 30 di reclusione, ma in galera non c’è mai entrato. Perchè Mootz Chaanbi si sarebbe rifugiato in Tunisia – lo scrive il Corriere – e da lì scriverebbe comodamente via Facebook agli amici qui in Italia per avere notizie dei due figli minorenni. Figli a cui lui stesso, il 22 settembre 2014, ha ucciso la madre Daniela Bani a Palazzolo.

Mootaz è irreperibile da tre anni, e si troverebbe appunto in Tunisia, seguito da un mandato di cattura internazionale. Sono però passati, appunto, 36 mesi da quell’efferato omicidio, e del suo rientro in Italia per scontare la pena a cui è stato condannato ancora non si sa nulla. Così Alfredo Bazoli, deputato del Partito Democratico, ha scritto un’interrogazione al ministro della Giustizia, al ministro degli Affari esteri e della cooperazione internazionale per sapere a che punto siano le ricerche di Mootaz Chaanbi che di fatto è un latitante.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome