Sversamento di liquami e cavalli in condizioni precarie: guai per due allevatori

I due titolari ora rischiano una reclusione che va dai 6 mesi ai 2 anni, una multa che va dai 2.600 ai 26.000 euro e, ovviamente, i costi della bonifica per i problemi creati al terreno

0
Acqua inquinata - www.bsnews.it
Acqua inquinata - www.bsnews.it

Gli allevatori di due aziende agricole sono finiti nei guai nei giorni scorsi con l’accusa di gestione di discarica non autorizzata.

Il primo caso si è registrato a Vobarno dove i Carabinieri Forestali hanno scoperto una discarica abusiva di reflui agricoli realizzata in un appezzamento di terreno – posto sotto sequestro – di oltre 8 mila metri quadrati. Il secondo caso invece nella bassa, a Bagnolo Mella, dove oltre ai liquami sversati in modo illecito è stato scoperto anche un recinto nel quale c’erano tre cavalli che vivevano tra gli escrementi (si parla di oltre 30 centimetri) e che sono stati quindi portati in luoghi idonei dopo l’intervento del veterinario dell’Ats.

I due titolari ora rischiano una reclusione che va dai 6 mesi ai 2 anni, una multa che va dai 2.600 ai 26.000 euro e, ovviamente, i costi della bonifica per i problemi creati al terreno.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome