Serie B, pioggia di gol al Rigamonti: il Brescia rimonta quattro volte lo Spezia

Un Brescia con un grande cuore rimonta per ben quattro volte la formazione ligure

1
Seconda tripletta per Donnarumma - foto da pagina Facebook Brescia Calcio
Seconda tripletta per Donnarumma - foto da pagina Facebook Brescia Calcio

Non c’è stata solo la tanta pioggia caduta dal cielo ieri sera al “Rigamonti” nella partita tra Brescia e Spezia – valida per la seconda giornata di ritorno del campionato di – bensì anche una pioggia di gol. Il risultato finale infatti è stato di 4-4.

La formazione ligure passa subito in vantaggio con Mora che, dopo appena 47 secondi, calcia al volo dal limite dell’area un pallone respinto dal portiere Andrenacci. Il Brescia reagisce subito e scheggia la traversa su punizione con Sabelli, poi Lamanna nega il gol a Donnarumma. Il pareggio è nell’aria e arriva – grazie all’insistenza dei biancoblu – con Tonali che riceve da Bisoli e trafigge il portiere avversario. La squadra dell’ex Marino rimette la faccia nella metacampo bresciana e torna in vantaggio con un tiro-cross di Bidaoui che scavalca l’estremo difensore bresciano lasciando tutti sorpresi. I ragazzi di Corini non ci stanno e riprendono subito a macinare gioco trovando il pari allo scadere della prima frazione di gioco: Spalek pesca Bisoli che si fa ipnotizzare da Lamanna, sulla respinta lo stesso Bisoli vede il suo tiro murato da un difensore avversario ma la palla colpisce poi Donnarumma e finisce in rete.

Nella ripresa il copione non cambia: il Brescia gioca, lo Spezia sfrutta le ripartenze. Al 50′ Bidaoui sfida nuovamente Sabelli, lo salta e con un destro rasoterra chirurgico pesca l’angolino più lontano per il 2-3. Passano dieci minuti e le rondinelle rimettono nuovamente tutto in equilibrio con una gran giocata di Torregrossa che mette Donnarumma a tu per tu con Lamanna; per il bomber del Brescia è un gioco da ragazzi toccare il pallone e gonfiare la rete. La leonessa spinge, i liguri sfruttano un’altra partenza e il velocissimo Okereke viene steso da Andrenacci: per l’arbitro è rigore e, dagli undici metri, lo stesso attaccante nigeriano sigla il 3-4. Sembra finita, non lo è affatto. Il Brescia colpisce altri due legni poi conquista un rigore con Torregrossa. Sul dischetto si presenta Donnarumma che trasforma siglando la seconda tripletta stagionale e il diciottesimo gol in campionato. Brescia-Spezia finisce così 4-4.

Per le rondinelle sfuma la possibilità di conquistare il primo posto in classifica, nonostante il punto recuperato sul Palermo sconfitto a Cremona, ma ancora una volta è arrivata la dimostrazione che la squadra ha una mentalità vincente.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Giusto parlare di mentalità vincente, perchè vedendo tutta la partita in diretta alla televisione, ho avuto proprio la sensazione di uno spirito di squadra indomabile e tenace. Interessante anche il gioco, con pressing a tutto campo, dinamicità, triangolazioni veloci e reparti ben saldati fra di loro con qualche sbavatura solo in difesa ed un portiere in una serata quasi nera. Infine, qualche eccellenza come Donnarumma e Torregrossa che nel campionato cadetto fanno davvero la differenza. Si può tranquilamente puntare alla serie A.

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome